Borriello: «Inter? Possiamo vincere. Vorrei restare a lungo a Cagliari»

© foto www.imagephotoagency.it

Marco Borriello si racconta: dalla famosa scommessa con Bobo Vieri alla soddisfazione per la prima stagione con la maglia del Cagliari. E non nasconde che vorrebbe prolungare il legame con il sodalizio isolano…

Rinato. Aggettivo perfetto per Marco Borriello, che a Cagliari sta scoprendo di avere un’età biologica ben minore di quella anagrafica. Il bomber napoletano, arrivato in rossoblù dopo un’estate di allenamenti senza squadra, ha presto spazzato via ogni dubbio. A quasi trentacinque anni sta vivendo una delle migliori stagioni della sua carriera: ad oggi sono 11 i gol in campionato, 15 quelli stagionali. E a proposito di gol, impossibile non pensare alla scommessa con Bobo Vieri: «Credo che la sua fosse solo una battuta, però è stata da stimolo. Non si sa se siano 15 in campionato…lui ha detto quindici e basta – ha spiegato il numero 22 rossoblù a L’Unione Sarda -. Sarà uno stimolo in più per arrivare a quindici senza contare le reti in Coppa Italia. Sono a undici, mancano dodici partite: spero di togliere tutti i dubbi». Una seconda giovinezza dovuta all’ambiente di fiducia ed entusiasmo creatosi attorno a squadra e giocatore.

IL RAPPORTO CON RASTELLI – Entusiasmo a volte smorzato dalle critiche al tecnico Rastelli, che dalla scorsa stagione divide i tifosi: «Io sono pro Rastelli, con lui sto riscoprendo una seconda giovinezza. Dal punto di vista tecnico, è vero, a volte non abbiamo espresso un gioco fantastico. C’è da dire che il mister non ha mai avuto la squadra al completo. E poi, per essere al primo anno di Serie A, Rastelli sta facendo molto bene. Tutta la squadra ha fiducia in lui: secondo me è una bella preparazione per l’anno prossimo».

MIRINO SULL’INTER – Chiusura di intervista sulla prossima gara, al Sant’Elia arriva l’Inter: «Affrontiamo questa partita in una condizione mentale molto serena. Siamo riusciti a vincere a Crotone, siamo in una bella posizione di classifica. Però adesso ci teniamo a chiudere bene il campionato. Contro l’Inter abbiamo vinto all’andata: perché non provarci al Sant’Elia? Sappiamo che è un’altra squadra e che sarà una partita difficilissima, ma contiamo molto sul nostro pubblico. Sono certo che i tifosi ci spingeranno per regalarci, tutti insieme, una bella soddisfazione. Il futuro? Il mio contratto scatta a salvezza acquisita. E a Cagliari mi piacerebbe stare più di un anno. Certo, nel calcio…e detto da uno che ha cambiato squadra ogni sei mesi…Però qui a Cagliari mi trovo molto bene, vedremo cosa accadrà».