Cagliari, Borriello sul podio dei cecchini: meglio di lui solo Belotti e Simeone

rinnovo
© foto www.cagliarinews24.com

Ottavo nella classifica marcatori della Serie A con 11 reti, Marco Borriello risulta tra i migliori attaccanti del torneo nel rapporto tra gol realizzati e tiri in porta. E’ preceduto soltanto da Belotti e Simeone

Undici gol in 25 partite, Marco Borriello tiene il passo dei migliori marcatori del torneo. E’ il primo attaccante di una squadra che lotta per la salvezza nella classifica marcatori della Serie A, seguito dal genoano Simeone e dal palermitano Nestorovski, entrambi a quota 10. Ed è anche il più anziano tra i marcatori che occupano i primi dieci posti, oltre che il terzo bomber italiano del campionato. Gol dopo gol l’attaccante campano ha smentito anche i più scettici e mira sempre più in alto, forte di una forma fisica ed un’autostima cresciute rispetto al recente passato. Il bomber rossoblù non solo sta vivendo una seconda giovinezza, è addirittura alla sua seconda miglior stagione in carriera: solo nel 2007/08 (con il rossoblù del Genoa) aveva segnato più reti, sedici, alla ventiseiesima giornata.

IL BOMBER CHE MANCAVA – Il numero 22 si sta rivelando il bomber che da anni mancava al Cagliari. Anche nello scorso torneo di Serie B i sardi non avevano un vero e proprio capocannoniere: le reti erano suddivise più o meno equamente tra gli elementi del pacchetto offensivo. In questa stagione è l’attaccante napoletano che sta spingendo la squadra rossoblù verso la salvezza: sotto di lui ci sono Sau Farias a quota 4 reti, ben 7 in meno. Il Cagliari si aggrappa ai gol di Borriello per centrare la salvezza e togliersi qualche soddisfazione. Il numero 22 ha più di una volta rimesso in gara i sardi o tolto le castagne dal fuoco, ultimi esempi le reti contro il Bologna negli istanti finali di gara o la rete che ha portato il risultato a favore degli isolani nell’ultima trasferta di Crotone. Dopo un’estate di allenamenti senza squadra, il club di Giulini gli ha dato fiducia e l’attaccante campano la sta ripagando appieno. Tifosi e compagni se lo godono, a Rastelli non resta che gestirlo nel migliore dei modi per averlo al top della condizione nei momenti clou della stagione in modo da sfruttarne tutte le potenzialità.

TIRO E SEGNO – E, in un certo senso, anche Borriello in campo fa lo stesso. L’ex attaccante di Milan e Roma cerca – con ottimi risultati – di capitalizzare ogni pallone che gli arriva tra i piedi: a dispetto degli 11 gol sono appena 23 i tiri in porta dell’attaccante napoletano, per una media di 0.48 reti a conclusione verso lo specchio. Meglio di lui, in Serie A, soltanto Belotti (0.52) e Simeone (0.5): Borriello condivide il terzo posto con un cecchino conclamato come Icardi. Una media, quella del bomber rossoblù, che supera nettamente quelle di Dzeko (appena 0.28), Immobile (0.29), Higuain (0.38) e Mertens (0.38). In casa Cagliari non si spreca nulla: se Rastelli cerca di gestire Borriello per ottimizzarne le potenzialità, il bomber cerca di valorizzare al massimo ogni pallone che capita dalle sue parti.