Cagliari, se Barella tira anche i rigori…

barella cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Nicolò Barella si è confermato leader della squadra rossoblù, calciando anche il rigore contro la Lazio e risolvendo uno dei tanti problemi del Cagliari

Minuto 73 di Cagliari-Lazio. Guida, richiamato dal Var, decide di assegnare il calcio di rigore ai rossoblù dopo il fallo di Luiz Felipe e Pavoletti. Chi va a calciarlo? È il quinto penalty in campionato assegnato alla squadra di Lopez. In campo però non c’è nessuno dei quattro rigoristi precedenti. Farias è in panchina, Sau in tribuna, Cigarini è infortunato e Joao Pedro è squalificato. Il brasiliano numero 10 è anche l’unico ad averne segnato uno in stagione. Tra i disponibili si potrebbe pensare a Pavoletti. Invece, da vero leader, è Nicolò Barella a prendere il pallone e posizionarlo nel dischetto sotto la curva nord. Personalità, incoscienza e sicurezza nei propri mezzi. Tant’è che il numero 18 spiazza Strakosha aprendo con il destro e portando sul 2-1 i suoi. Segnare un rigore non è una banalità. Si è visto con i precedenti errori dei compagni. Barella, invece, ha dimostrato che a 21 anni – compiuti poco più di un mese fa – può caricarsi per l’ennesima volta la squadra sulle spalle. Non solo con le sue giocate, ma anche con i gol: domenica alla Sardegna Arena è stato il suo quarto centro in campionato. Il primo da professionista su rigore. Precedentemente gli era capitato di tirarne solo con la Primavera. Di Biagio ha detto che il ragazzo si sta mettendo in mostra ed è probabile una sua chiamata in Nazionale maggiore. Certo è che se inizia a segnare con una certa continuità, mostrando affidabilità anche dagli 11 metri, le già numerose offerte delle big non potranno che aumentare.

STATISTICHE – Quello fischiato da Guida è stato il quinto rigore a favore del Cagliari in campionato. L’ultimo era stato il 5 novembre scorso, in casa contro l’Hellas Verona. Quasi un girone fa. In quell’occasione Luca Cigarini si fece parare la conclusione da Nicolas. Contro il Benevento ci fu l’errore di Marco Sau, mentre sempre in casa Joao Pedro segnò l’inutile 3-2 contro il Genoa. Il primo invece fu assegnato col Var nell’esordio a Torino contro la Juventus, ma Farias si fece ipnotizzare da Buffon. Il Cagliari, dopo il Sassuolo, è la seconda peggior squadra per rendimento dal dischetto, con 3 errori. I neroverdi sono irraggiungibili con 6 errori su 9 tentativi. Con 3 penalty falliti però ci sono anche la Roma (su 6 tentati) e la Juventus (su 5 come i rossoblù). Nella classifica dei rigori a sfavore, i sardi sono primi insieme alla Spal con 9 penalty contro, di cui 7 realizzati.

Articolo precedente
faragò cagliariCagliariNews’ Award, contro la Lazio brilla Faragò
Prossimo articolo
Pavoletti meglio di Immobile e Dzeko: primo per gol di testa in Serie A