Cagliari, allergia al pareggio

lopez cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

L’ultimo pareggio risale allo scorso campionato quando il Cagliari raccolse un punto in casa contro la Lazio

La squadra che Lopez ha ereditato da Rastelli non conosce mezze misure. Sono passati ormai otto mesi da quando il Cagliari riuscì a strappare un pareggio contro la Lazio nel “vecchio” stadio S. Elia. Era marzo e il match terminò a reti inviolate. Nel campionato corrente il Cagliari pare confermare la tendenza che ha caratterizzato l’ultima parte della scorsa stagione: o i tre punti o niente. Ora il Cagliari si trova in una zona tranquilla della classifica: tredicesimo con 15 punti in tredici giornate, risultato ottenuto grazie alle cinque vittorie, di cui tre firmate proprio da Lopez. Ottimo il rendimento della squadra da quando in panchina siede il mister uruguaiano, soprattutto perché non ha mai deluso negli scontri diretti con gli avversari che, come il Cagliari, giocano per la salvezza. Ma racimolare un punto contro le squadre dell’alta classifica potrebbe essere utile non solo in quest’ottica, ma anche nella prospettiva di crescita dei rossoblù. Sarebbe il salto di qualità che manca e ci si aspetta ormai da qualche anno. Meglio una vittoria di un pareggio, senza dubbio, ma fino ad ora il Cagliari ha sempre fallito contro i blasoni, anche quando potevano essere alla sua portata. E sabato c’è l‘Inter che, al contrario dei sardi, sembra essere allergica alle sconfitte. Una gara proibitiva? Sì, ma solo sulla carta. Meglio che parli il campo, e chissà se la “cura Lopez” riuscirà ad invertire anche questo trend.

Articolo precedente
Cagliari-Inter, i precedenti: l’ultima vittoria rossoblù nel 2013
Prossimo articolo
Cagliari, allenamento sotto gli occhi dei grandi ex