Il Cagliari che verrà: la formazione rossoblù con Srna e Castro – FOTO

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

I primi due rinforzi del Cagliari 2018/19 sono Darijo Srna e Lucas Castro. Ecco come giocherebbero oggi i rossoblù di Maran

Due giorni al ritiro di Aritzo e due veri rinforzi dal mercato. Il Cagliari 2018/19 inizia a prendere forma, anche se la rosa è lontana dall’essere definita. Manca oltre un mese alla fine del calciomercato e il direttore sportivo Marcello Carli lavora per portare i giocatori mancanti alla squadra affidata a Rolando Maran. Il tecnico potrà fare ancora affidamento su Lucas Castro, acquistato dal Chievo al termine di una telenovela infinita. L’argentino sarà un perno centrale del suo Cagliari, così come l’altro nuovo arrivato Darijo Srna.

DIFESA – Il croato sarà il terzino destro titolare nella retroguardia a quattro rossoblù. Sulla corsia opposta confermato il greco Charalampos Lykogiannis, con Marko Pajac – reduce dal prestito al Perugia – pronto a giocarsi il posto. Al centro le gerarchie sembrano portare alla coppia composta da Luca Ceppitelli e Filippo Romagna, con Marco Andreolli e soprattutto il jolly Fabio Pisacane a scalpitare in panchina. In uscita invece Marco Capuano dopo il prestito al Crotone. Il reparto difensivo verrà comunque valutato in ritiro prima di eventuali ritocchi. Nessun dubbio sul portiere: a difendere i pali del Cagliari ci sarà ancora una volta Alessio Cragno. Il brasiliano Rafael e il sardo Simone Aresti (acquistato dall’Olbia) saranno rispettivamente secondo e terzo.

REGISTA CERCASI – Dando per scontato che Maran opti per il 4-3-1-2, resta da sciogliere il nodo regista. Il presidente Giulini ha dichiarato che il Cagliari segue al momento tre play (due sono al Mondiale, l’altro è Locatelli), segno di come Cigarini sia in uscita. In attesa di un vero regista, davanti alla difesa potrebbe giocare Nicolò Barella, lasciando spazio a Faragò come mezzala destra, mentre a sinistra ci sarà ovviamente Lucas Castro.

ATTACCO – Resta da definire il reparto avanzato. Joao Pedro – che tornerà a settembre dopo la squalifica per doping – sarà il trequartista e numero 10 della squadra. Davanti si cerca ancora un partner ideale per Leonardo Pavoletti. Al momento se la giocano i soliti Marco Sau e Diego Farias, reduci da due stagioni deludenti, ma è probabile che qualcuno dal mercato arrivi.

ALTRI MODULI – Con i giocatori a disposizione, Rolando Maran può pensare di adottare anche altri moduli, magari per sfruttare le caratteristiche di Faragò. A Novara faceva il trequartista e, dopo una stagione da terzino ed esterno a tutta fascia, potrebbe tornare a giocare più avanti per innescare Pavoletti in una sorta di 4-3-2-1, con Joao Pedro a fare l’altro trequartista e Padoin la mezzala. Altrimenti 4-4-2 classico, con Faragò a destra, Castro a sinistra (l’argentino nasce come esterno d’attacco) e davanti la già collaudata coppia Joao Pedro-Pavoletti.

Articolo precedente
suazo bresciaBrescia, Suazo si presenta: «Qui per conquistare la Serie A»
Prossimo articolo
locatelliCalciomercato, Locatelli verso il Sassuolo