Bologna-Cagliari, le pagelle: Simeone segna sempre, male Godin

© foto Mg Bergamo 04/10/2020 - campionato di calcio serie A / Atalanta-Cagliari / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Giovanni Simeone

Le pagelle di Bologna-Cagliari: Godin e Walukiewicz non girano, Lykogiannis è in crescita, Simeone è ormai una garanzia

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski 6; De Silvestri 6, Danilo 6, Tomiyasu 5.5, Hickey 6.5; Schouten 7, Svanberg 6 (82′ Dominguez sv); Orsolini 6, Soriano 7, Barrow 7.5; Palacio 6.5 (82′ Denswil sv). A disposizione: Da Costa, Ravaglia; Calabresi, Paz; Kingsley, Vignato; Rabbi. Allenatore: Sinisa Mihajlovic 7

CAGLIARI (4-2-3-1): Cragno 6.5; Zappa 6 (70′ Faragò 6), Walukiewicz 5.5, Godin 5, Lykogiannis 6.5; Marin 5.5 (86′ Cerri sv), Rog 5.5, Nandez 5.5; Joao Pedro 6.5, Sottil 6 (63′ Ounas 6.5); Simeone 6.5 (70′ Pavoletti 6). A disposizione: Aresti, Vicario; Carboni, Klavan, Pisacane; Caligara, Oliva; Tramoni. Allenatore: Eusebio Di Francesco 5.5

BOLOGNA-CAGLIARI: LA CRONACA DEL MATCH

Le pagelle motivate dei rossoblù

CRAGNO 6: Esente da colpe nei 3 gol del Bologna, si mette in mostra più volte con parate di alto livello: nel primo tempo è super su Palacio, nella seconda frazione nega la tripletta a Barrow.

ZAPPA 6: Quando spinge fa la differenza: l’assist per Simeone è una perla. In fase difensiva, però, si dimostra più volte carente. Barrow è un pericolo pubblico e fa saltare fuori tutti i difetti del terzino rossoblù. (70′ FARAGO’ 6: Tocca pochi palloni ma è concreto e pulito.)

WALUKIEWICZ 5.5: Passo indietro rispetto alle scorse uscite. Ha colpe sopratutto sul primo gol di Barrow, in cui lascia troppo spazio al gambiano per rientrare sul destro, ma in generale dà l’impressione di essere in costante apprensione.

GODIN 5: Altra prova opaca del Faraone, che sembra la brutta copia del campione visto all’Atletico Madrid e all’Inter. Macchinoso e spesso in ritardo, perde un numero di palloni esagerato.

LYKOGIANNIS 6.5: Babis, in questo inizio di stagione, ha alzato l’asticella. Spinge poco – pur dando il via all’azione del primo gol – ma dietro è pulito e accorto. L’unica pecca della gara è un’ammonizione ingenua dopo 20 minuti.

MARIN 5.5: La prima frazione è decisamente incoraggiante, e conferma la crescita del rumeno. Al secondo tempo, però, scompare e si fa trovare fuori posizione sul gol di Soriano. (86′ CERRI sv)

ROG 5.5: Il croato non è dinamico come al solito, e sbaglia troppo per i suoi standard. Ha sulla coscienza il secondo gol di Barrow, in cui l’avversario gli sguscia via senza troppe difficoltà. Si salva da un’insufficienza più pesante solo per il finale in crescendo.

NANDEZ 5.5: Giornata no per El Leon. Le poche giocate estemporanee non salvano una prestazione incolore, in cui l’uruguagio è parso soffrire oltremodo l’esuberanza del baby Hickey.

JOAO PEDRO 6.5: Parte a 1000 trafiggendo Skorupski al 15′. Dopo gioca a sprazzi ed è altalenante. La palla per Zappa sul secondo gol è un bijoux; poi, però, sparisce totalmente dal campo.

SOTTIL 6: Ha il merito di fornire a Joao Pedro l’assist, ma è l’unica giocata offensiva degna di nota. Lavora nell’ombra spendendo tanto in fase difensiva. (63′ OUNAS 6.5: Entra carico e mette in subbuglio la retroguardia felsinea. Ha strappi da giocatore importante.)

SIMEONE 6.5: El Cholito continua a segnare senza sosta. Il suo lavoro per far salire la squadra è prezioso, si sbatte da una parte all’altra ma si concede qualche sbavatura nella gestione della palla. Ha una sola occasione e la capitalizza da vero bomber. (70′ PAVOLETTI 6: Ha subito due occasioni ma non riesce a trovare la via del gol. L’impegno è encomiabile.)

DI FRANCESCO 5.5: Il problema è sempre lo stesso: la squadra continua a subire troppi gol. Il centrocampo non riesce nel lavoro da filtro e i due gol dal limite dell’area ne sono diretta testimonianza. C’è tanto su cui lavorare.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!