Barella, primo gol su punizione per festeggiare la convocazione in Nazionale

barella cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Nicolò Barella ha risposto nel migliore dei modi alla convocazione in Nazionale, segnando il suo primo gol su punizione a Bergamo

«Dire che sono uno specialista sulle punizioni mi sembra esagerato. È andata bene, speriamo anche la prossima», così Nicolò Barella al termine di Atalanta-Cagliari. Il centrocampista ha scelto di festeggiare nel migliore dei modi la seconda convocazione in Nazionale maggiore, segnando il suo primo gol su punizione. Non sarà uno specialista, ma questo dimostra ulteriormente la qualità del 18 rossoblù, tornato finalmente in cattedra dopo le prime due giornate in chiaroscuro. La traiettoria velenosa sul calcio di punizione è stata deviata da Pasalic, ma la Lega ha giustamente attribuito a lui il gol in quanto stava evidentemente calciando in porta e il pallone era indirizzato verso lo specchio. Si tratta del settimo centro in Serie A, dopo i 6 della passata stagione.

I NUMERI DI BERGAMO – Prima i rigori, ora anche le punizioni. Ma Nicolò Barella non è solo questo. È un centrocampista completo, evidentemente molto più a suo agio da mezzala che da trequartista. La chiamata da parte del ct Mancini è più che meritata e la risposta immediata sul campo è stata eccellente. In attesa di esordire in azzurro, il cagliaritano ha offerto una prestazione da urlo a Bergamo, sotto tutti i punti di vista. Gol a parte, ha recuperato 7 palloni (nessuno come lui) e completato l’80% dei passaggi giocando per 54 volte la sfera. È stato uno dei giocatori ad aver percorso più chilometri in campo (oltre 12), risultando anche il più veloce tra i rossoblù in sprint, sfiorando i 32 chilometri orari (31.98).

Articolo precedente
cagliari padoin padoLa dura legge del Pado: undicesima vittoria di fila contro la “sua” Atalanta
Prossimo articolo
romagna cagliariAtalanta-Cagliari, le reazioni dei rossoblù sui social – FOTO