Barella: «Contro la Juve proveremo a fare un regalo ai nostri tifosi»

barella cagliari
© foto CagliariNews24.com

Cagliari, parla Nicolò Barella: la stella rossoblù racconta le premesse della sfida alla Juventus e parla del suo momento fra Sardegna e Nazionale

È un Nicolò Barella maturo al di là dei suoi ventidue anni quello che affronta il momento più alto della sua giovane carriera. Oggetto del desiderio delle big di tutta Europa e punto fermo dell’Italia, il centrocampista non perde di vista i suoi obiettivi con la maglia del Cagliari. Tanti i temi toccati stasera ai microfoni di Videolina: «Ho un bel rapporto col presidente Giulini, da quando è arrivato mi ha sempre dato fiducia. Al momento del prestito al Como mi ha assicurato che mi aspettavano a casa al mio rientro. Passare dalla zona promozione alla salvezza è stato un salto, ma mi ha fatto crescere. Ringrazio tanto i tifosi, mi dimostrano tanto affetto e anche le critiche le prendo con spirito positivo».

Barella parla dell’esperienza in azzurro e del suo status di giovane leader in rossoblù: «In Nazionale siamo un bel gruppo, i più esperti aiutano tanto i giovani. Essere in azzurro con Cragno e Pavoletti è bello, Leo è il mio compagno di stanza sia lì che al Cagliari. Il gol l’ho dedicato a Cagliari perché è la mia città, sono cresciuto qui e do tutto per questi colori. Magari a livello nazionale c’è più attenzione verso chi gioca nelle big, ma a me questo non interessa. Il nuovo stadio sarebbe una cosa bellissima, offrirebbe la possibilità di avere nuove ambizioni. Mi piacerebbe giocarci e magari segnare lì. Ho giocato con Conti, Cossu ed altri che mi hanno sempre lasciato libero di esprimermi: in campo oggi mi sento responsabile ma ancora non mi sento addosso la leadership che esprimeva Daniele».

Impossibile non guardare con attesa alla sfida di martedì contro la capolista. Barella ha le idee chiare: «Noi in casa entriamo in campo sempre per dire la nostra, lo abbiamo fatto con le altre big e anche con la Juventus faremo di tutto per fare un regalo ai nostri tifosi. Daremo tutto in campo per cercare la vittoria. Le partite hanno una loro storia, ma i tifosi possono essere sicuri che ce la metteremo tutta. Speriamo di aver invertito la rotta anche in trasferta. Abbiamo in mente la salvezza, quando arriverà ci meriteremo anche qualcosa in più. Il Cagliari è ambizioso, c’è un bel gruppo e un allenatore capace: io credo che nei prossimi anni ci saranno obiettivi più alti».