Atalanta-Cagliari, le pagelle: i rossoblù tornano alla vittoria

serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Atalanta-Cagliari

Il Cagliari torna a vincere dopo cinque giornata di campionato. I rossoblù battono in sofferenza un’Atalanta mai doma per 2-1. Decisive le reti segnate da Pavoletti e Padoin nel primo tempo. Inutile il gol nel recupero di Gomez.

Le pagelle del Cagliari

Rafael 7: Chiamato a giocare titolare a sorpresa, salva il risultato con almeno due interventi fuori dall’ordinario.

Romagna 5.5: Gomez non è un cliente facile per nessuno, specie per il giovanissimo centrale rossoblù che si fa sempre saltare dall’argentino, nonostante la buona volontà.

Ceppitelli 6.5: Due soli errori, entrambi contro Gomez: il tunnel subito a campo aperto e il fallo al limite dell’area poco dopo il gol del 2-1. Per il resto, con la fascia da capitano al braccio, guida i suoi contro gli assedi atalantini, giganteggiando sui palloni alti che passano dalle sua parti.

Andreolli 5.5: Tanti piccoli errori che rischiano di costare caro. Spesso fuori posizione, ma l’Atalanta non ne approfitta per far male. (Dal 53’ Pisacane 6: La differenza di stazza con Cornelius si sente, ma per il resto si dimostra per l’ennesima volta una pedina difensiva importante nello scacchiere di Lopez).

Faragò 6.5: Non è il Faragò di un mese fa (è pur sempre appena tornato da un infortunio), ma sulla fascia destra si rende pericoloso, recuperando – tra le altre cose – il pallone da cui nasce il raddoppio di Padoin.

Padoin 7: Il grande ex si sblocca dal punto di vista realizzativo contro la squadra che l’ha cresciuto. Oltre al gol, gioca un’ottima prova di sofferenza in mezzo al campo e non da esterno sinistro come nelle scorse giornate.

Cigarini 6: Qualche errore in disimpegno, ma anche giocate importanti e di personalità. Non demerita.

Ionita 6: Il lavoro oscuro del moldavo è importante, soprattutto nel secondo tempo quando si gioca in una sola metà campo.

Miangue 5: Il peggiore, non solo per il rosso, ma per tutta una gara in cui soffre dal punto di vista tecnico e tattico.

Farias 6: Serve a Padoin l’assist per il 2-0, ma fallisce a tu per tu col portiere la possibilità di chiudere i conti con la terza rete. (Dall’86’ Deiola s.v.).

Pavoletti 7: Il primo gol in trasferta lo segna contro il suo avversario preferito, l’Atalanta. Solita gara di sacrificio, condita dalla rete dell’1-0 che sblocca il risultato a Bergamo. (Dal 74’ Sau s.v.).

Lopez 6.5: Non la miglior prestazione della sua gestione, ma tanto basta per conquistare una vittoria fondamentale in un campo complicato come quello di Bergamo. La squadra è cinica ad approfittare delle poche occasioni avute nel primo tempo e brava a soffrire fino al 95′. Nonostante le assenze di due elementi importanti come Joao Pedro e Barella.


Le pagelle dell’Atalanta

Gollini 6: Il Cagliari tira poco in porta e lui può fare poco su entrambi i gol subiti. Molto bene, invece, in uscita su Farias, evitando il 3-0 rossoblù.

Toloi 5.5: Non perfetto sui gol del Cagliari. Prova a rimediare parzialmente con l’assist per Gomez che non evita però la sconfitta.

Mancini 5.5: Colpisce la traversa sugli sviluppi di un angolo, ma come tutti il reparto difensivo non è esente da colpe sui due gol cagliaritani. (Dal 64’ Cristante 5: Il capocannoniere dell’Atalanta non riesce a rendersi mai realmente pericoloso).

Masiello 5.5: Idem come sopra. I gol subiti dall’Atalanta – specie il primo – sono errori di tutto il reparto difensivo.

Hateboer 6: Un pomeriggio tranquillo dal punto di vista difensivo (Miangue non si vede mai), anche se avrebbe potuto aiutare meglio Ilicic sulla destra.

de Roon 5.5: Vince il ballottaggio con Cristante, prova ad impostare le azioni dei suoi, ma senza dare quel qualcosa in più.

Freuler 5.5: Ha sui piedi la palla per sbloccare il risultato dopo pochi minuti. Per il resto a centrocampo si vede poco e niente.

Spinazzola 5.5: Bene in fase offensiva, ma perde il pallone da cui nasce il raddoppio del Cagliari.

Ilicic 5: Ha diverse occasioni per segnare ma le spreca tutte. (Dall’86’ Orsolini s.v.).

Petagna 5: Non si rende particolarmente pericoloso ed esce all’intervallo. (Dal 46’ Cornelius 5: Rispetto a Petagna tira in porta, ma non basta).

Gomez 6.5: Il migliore dei suoi, punta, salta l’uomo, ci crede, ma segna solo nel recupero quando ormai è troppo tardi.

Gasperini 6: Dal punto di vista della prestazione, l’Atalanta non demerita affatto. Costruisce tanto, ma spreca troppo.

Articolo precedente
gasperiniAtalanta, Gasperini: «Per noi una partita stregata»
Prossimo articolo
stadio provvisorio giuliniGiulini: «Sempre con il cuore e il carattere di oggi»