Diretta Atalanta-Cagliari 2-0: rossoblù mai in partita

atalanta-cagliari
© foto www.cagliarinews24.com

Diretta Atalanta-Cagliari, Serie A 2016/2017. Formazioni ufficiali, risultato e tabellino, probabili formazioni e cronaca live in tempo reale

Segui con noi la diretta di Atalanta-Cagliari, gara valevole per la ventitreesima giornata di Serie A.

Atalanta-Cagliari 2-0, il tabellino del match

ATALANTA (3-4-1-2)Berisha; Toloi, Caldara, Masiello (dal 62’ Zukanovic); Conti, Kessie (dall’81’ Cristante), Freuler, Spinazzola; Kurtic; Petagna, Gomez (dal 90’ Mounier).
A disp.: Gollini, Rossi, Migliaccio, Pesic, Hateboer, Paloschi, Raimondi, Mounier, Grassi, Bastoni.
All.: Gian Piero Gasperini.

CAGLIARI (4-4-4-1)Rafael; Pisacane, Ceppitelli (dall’83’ Ionita), Bruno Alves, Capuano (dal 74’ Serra); Isla, Dessena (dal 70’ Miangue), Tachtsidis, Barella; Di Gennaro; Borriello.
A disp.: Gabriel, Colombo, Sau, Murru, Deiola, Salamon.
All.: Massimo Rastelli.

Marcatori: 4’, 15’ Gomez
Ammoniti: Ceppitelli, Masiello, Barella, Conti, Kurtic, Spinazzola
Espulsi: –
Arbitro: Gavillucci di Latina

Diretta Atalanta-Cagliari: inizio ore 15.00

49′ – Gavillucci mette fine al match. Cagliari mai in partita, sotto di due reti già dopo il primo quarto d’ora, i sardi non sono riusciti a rendersi pericolosi rischiando più volte di subire il terzo gol

48′ – ANCORA ATALANTA: Petagna va via e si presenta davanti a Rafael, che riesce a deviare la conclusione dell’attaccante evitando il 3-0

45′ – Saranno 4 i minuti di recupero

45′ – Esce Gomez, entra Mounier. Entrambi i tecnici hanno esaurito le sostituzioni

43′ –  Ammonito Spinazzola per aver allontanato il pallone a gioco fermo

42′ – OCCASIONE ATALANTA: Cristante si inserisce bene in area ma il suo tiro è deviato da Rafael, sulla ribattuta Kurtic calcia ma trova l’opposizione della difesa

41′ – Corner per l’Atalanta, Rafael rimedia. Quattro minuti più recupero al termine, Cagliari che non sembra in grado di rimontare il doppio svantaggio

39′ – Ammonito Kurtic, che ha colpito Ionita con una tacchettata

38′ – Cagliari con la difesa a tre

38′ – Ultimo cambio di Rastelli: dopo oltre quattro mesi ritrova il campo Artur Ionita, esce Ceppitelli

36′ – Secondo cambio anche per l’Atalanta: esce Kessiè, entra il neo arrivato Cristante

35′ – Esce Capuano, entra Serra: per lui è l’esordio in Serie A

34′ – Buona giocata di Kessiè, che rientra e calcia. Rafael blocca

31′ – Barella a terra: il classe 1997 continua a toccarsi il ginocchio ed esce dal campo claudicante

28′ – Azione (fin troppo) ragionata del Cagliari: Tachtsidis verticalizza nel vuoto e perde palla

26′ – L’Atalanta ha ripreso metri e fa girare la sfera, il Cagliari non trova peso offensivo: il solo Borriello non riesce ad incidere

23′ – Arriva anche il primo cambio di Rastelli: dentro Miangue, fuori Dessena. Il tecnico rossoblù aggiunge corsa e dinamismo sulla fascia sinistra

21′ – Altro corner per i nerazzurri. Rafael allontana ed il Cagliari riparte, ma Caldare chiude su Borriello

18′ – Conti duro su Dessena, giallo anche per lui. Dessena chiedeva l’espulsione

16′ – Primo cambio della gara: esce Masiello, entra Zukanovic

16′ – Isla dosa male il retropassaggio di testa favorendo la ripartenza di Kessiè. Barella riesce ad ostacolare il contropiede con un tackle che Gavillucci considera da giallo

15′ – Cagliari ora padrone, l’Atalanta si stringe attorno alla propria area

13′ – Di Gennaro guadagna ancora una punizione da posizione interessante. Giallo per Masiello. La punizione è battuta dallo stesso numero 8, Berisha respinge con i pugni

12′ – Bruno Alves sul pallone: il suo destro è smorzato dalla barriera e poi bloccato da Berisha

11′ – Ora attacca il Cagliari: Di Gennaro riceve al limite e salta Kessiè, che lo stende. Punizione per gli isolani

10′ – Batte Gomez, Kurtic stacca bene dall’interno dell’area e manda alto di poco

9′ – Dribbling in serie per Gomez, steso da ceppitelli nei pressi dell’area. Punizione per gli orobici e giallo per il difensore, che era diffidato e salterà la sfida casalinga contro la Juventus

8′ – I rossoblù rischiano sulla ripartenza dei padroni di casa, ma l’Atalanta pasticcia in area

7′ – Prova a scrollarsi di dosso le paure la squadra sarda. Ora gli attacchi si fanno più frequenti

6′ – Intuizione di Di Gennaro, che di prima manda verso la porta Borriello. L’attaccante campano è fermato dall’arbitro: l’assistente ha alzato la bandierina. Il fuorigioco non sembra però esserci

5′ – Si susseguono gli errori individuali da parte dei rossoblù, spesso in difficoltà in giocate elementari

4′ – Corner per il Cagliari: Di Gennaro crossa, Berisha blocca senza troppi patemi

1′ – Riprende il match

Tra le fila rossoblù si scaldano Serra e Miangue, tra poco squadre nuovamente in campo

INTERVALLO

45′ – Arriva puntuale il duplice fischio dell’arbitro classe ’79. Cagliari impacciato sin da primi minuti e punito alla prima occasione dall’Atalanta. Dopo circa 10′ il raddoppio, sempre firmato Gomez. Partita virtualmente chiusa, considerata anche la reazione confusionaria ed inefficace dei rossoblù. A Rastelli ed i suoi il compito di tentare di ribaltare il risultato nella ripresa.

44′ – Non ci saranno minuti di recupero: tra pochi minuti Gavillucci manderà le squadre negli spogliatoi

42′ – Rossoblù più convinti, ma faticano a pungere anche per via di un modulo che offre poche soluzioni in fase offensiva

39′ – Punizione dalla destra per l’Atalanta: Gomez mette in area, su un pallone vagante Petagna manca l’impatto con la sfera

36′ – Pisacane mette in mezzo un pallone morbido, Berisha esce anticipando la testa di Dessena

35′ – Gomez crossa dalla destra, Petagna cerca il controllo in area ma Ceppitelli riesce ad impedirgli il tiro

33′ – Punizione da posizione defilata: Di Gennaro mette in mezzo, Borriello cerca una sponda ma Berisha è attento ed anticipa tutti

30′ – Isla torna a destra, Barella a sinistra. Al centro Dessena e Tachtsidis

28′ – Duello Masiello-Pisacane, il rossoblù guadagna un angolo. Dalla bandierina Di Gennaro mette il cross, Caldara allontana

27′ – Corner Atalanta: Gomez in mezzo, sbroglia la difesa

24′ – Rossoblù visibilmente scoraggiati, Atalanta meno decisa rispetto all’avvio di match ma sempre padrona del campo

20′ – Sardi in difficoltà: il 4-4-1 proposto da Rastelli impedisce alla squadra di attaccare con tanti uomini ed in velocità. Borriello svaria per il fronte offensivo, Di Gennaro prova ad inventare ma non sempre trova l’appoggio degli esterni

16′ – RADDOPPIO DELL’ATALANTA: Gomez dal vertice destro dell’area fa partire un destro che si insacca sotto l’incrocio. Rafael non può nulla, Cagliari sotto di 2 reti dopo un quarto d’ora

14′ – Cagliari in difficoltà a contenere i nerazzurri, soprattutto a destra: Spinazzola e Gomez hanno un altro passo rispetto a Dessena e Pisacane

6′ – Il Cagliari prova a reagire: baricentro alto e pressing più determinato

4′ – GOL DELL’ATALANTA: Gomez insacca in rete dopo una bella azione corale della Dea. Il numero 10 è stato abile a capitalizzare al massimo lo spazio concesso dalla difesa sarda

3′ – Cagliari compatto e ben messo in campo, l’Atalanta prova a fare la gara

2′ – Dessena a destra, Isla a sinistra. Primo affondo dell’Atalanta, Barella recupera  guadagna rinvio dal fondo

1′ – Gavillucci dà il via, parte Atalanta-Cagliari

Squadre in campo: tra qualche istante il fischio d’inizio di Gavillucci

Atalanta-Cagliari: le formazioni ufficiali

ATALANTA (3-4-1-2)Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kessie, Freuler, Spinazzola; Kurtic; Petagna, Gomez. A disp.: Gollini, Zukanovic, Cristante, Rossi, Migliaccio, Pesic, Hateboer, Paloschi, Raimondi, Mounier, Grassi, Bastoni. All.: Gian Piero Gasperini.

CAGLIARI (4-4-4-1)Rafael; Pisacane, Ceppitelli, Bruno Alves, Capuano; Isla, Dessena, Tachtsidis, Barella; Di Gennaro; BorrielloA disp.: Gabriel, Colombo, Miangue, Ionita, Sau, Murru, Deiola, Salamon, Serra. All.: Massimo Rastelli.

Atalanta-Cagliari: probabili formazioni e pre-partita

ATALANTA (3-5-2): Berisha; Zukanovic, Caldara, Masiello; Conti, Kessié, Freuler, Kurtic, Spinazzola; Petagna, GomezA disp.:  Gollini, Rossi, Cristante, Zukanovic, Migliaccio, Pesic, Hateboer, Paloschi, Raimondi Mpunier, Grassi, Bastoni. All.: Gian Piero Gasperini.

CAGLIARI (4-2-3-1): Rafael; Pisacane, Ceppitelli, Bruno Alves, Capuano, Dessena, Tachtsidis, Isla, Barella, Sau, BorrielloA disp.: Gabriel, Colombo, Miangue, Ionita, Sau, Murru, Deiola, Salamon, Serra. All.: Massimo Rastelli.

Atalanta e Cagliari, reduci da due pareggi per 1-1 rispettivamente contro Torino in trasferta e Bologna in casa, vanno a caccia di punti per continuare il loro cammino verso l’obiettivo stagionale. Se la squadra di Gasperini ha ormai archiviato la missione salvezza e sogna l’Europa, a quella dell’esordiente Rastelli manca ancora qualche mattoncino. I rossoblù, a quota 27 in classifica, hanno finora disputato un campionato dai due volti: ottimo il rendimento in casa, deficitario quella esterno: per i rossoblù è tempo di scrollarsi di dosso le paure e strappare punti anche oltre Tirreno. In settimana Rastelli non ha potuto lavorare con gli infortunati Farias, Faragò e Padoin, che non sono stati convocati per la gara di Bergamo. Assente anche Joao Pedro, che nel pomeriggio sconterà il secondo dei tre turni di stop imposti dal Giudice Sportivo ed ieri è sceso in campo con la Primavera. Rientra dalla squalifica Niccolò Barella, prima convocazione dopo il ritorno dal prestito per Deiola. Nell’Atalanta out gli acciaccati Konko e Dramè, Gasperini in settimana ha testato le condizioni atletiche dei nuovi arrivati Hateboer e Mounier, che partiranno dalla panchina. Si rivedrà in campo Kessiè, rientrante dalla Coppa D’Africa.

Atalanta-Cagliari: i precedenti del match

Bergamo è storicamente un campo ostico per il Cagliari. Il primo incrocio tra l’Atalanta e sardi risale alla stagione 1964-65, quando i rossoblù riuscirono a violare l’Atleti Azzurri d’Italia grazie a una rete di Gigi Riva. Rombo di Tuono aprì le marcature anche nel maggio ’69. Novellini riportò in parità l’incontro, poi deciso da Roberto Boninsegna. Quel successo permise agli isolani di conservare il secondo posto in campionato alle spalle della scudettata Fiorentina. La terza e ultima affermazione del Cagliari in Serie A a Bergamo risale all’ottobre 1991. Privi dell’infortunato Fonseca, i rossoblù di Carletto Mazzone si portarono avanti già al quarto d’ora di gara. A regalare i due punti alla squadra capitanata da Matteoli fu l’uruguaiano Pepe Herrera, che superò l’estremo difensore Ferron con una conclusione potente dalla lunga distanza. Nella stagione 1993/94 i rossoblù di Radice, all’esordio stagionale, all’Atleti Azzurri d’Italia rimediarono un pesante 5-2 dall’Atalanta. Il tecnico brianzolo fu così esonerato.

Atalanta-Cagliari è stata spesso sinonimo di spettacolo e tanti gol. Nel 2004 i sardi, neopromossi in A, sfiorarono l’impresa in quel di Bergamo. Padroni di casa avanti con un giovanissimo Pazzini, poi raggiunti e superati da Esposito e Loria. Pronta però la risposta del 19enne Montolivo, autore del definitivo 2-2. La stagione successiva le reti furono addirittura sei. Aprì le marcature l’ex Simone Loria, appena trasferitosi in Lombardia. Poi Bianco, D’Agostino e Suazo illusero i sardi, costretti al pari da Ventola e Doni. Copione simile anche nell’ottobre 2007, col Cagliari avanti con Fini e raggiunto da Capelli, poi ancora avanti con Matri e raggiunto una seconda volta da Doni. A bruciare maggiormente è però l’ultimo precedente tra le due formazioni, quello del febbraio 2015. Biava portò avanti la Dea, ma sul finire del primo tempo una rete di Dessena ridiede speranza alla formazione di Gianfranco Zola. Nella ripresa gli ospiti sfiorarono il successo con Joao Pedro, che colpì il palo, ma vennero beffati al 94′ dall’ex Mauricio Pinilla. Il cileno, autore di una rovesciata da manuale, permise agli orobici di vincere lo scontro salvezza contro un Cagliari destinato alla retrocessione in Serie B.

Atalanta-Cagliari: l’arbitro del match

Atalanta-Cagliari è stata affidata al signor Claudio Gavillucci della sezione arbitrale di Latina. Il fischietto laziale sarà coadiuvato dagli assistenti Meli e Di Iorio, mentre quarto uomo del match sarà De Pinto. In qualità di addizionali sono stati designati Mariani e Rapuano.
Il fischietto trentasettenne ha arbitrato finora 27 gare di Serie A. La prima risale al finale di stagione 2012/13. In quell’occasione Gavillucci diresse Atalanta-Bologna, finita 1-1. Nel 2015/16 l’arbitro classe ’79 ha diretto gli orobici in occasione delle gare contro Empoli e Sassuolo, finite rispettivamente in successo (1-0) e pareggio (1-1). Nei tre incroci tra Gavillucci ed il club nerazzurro l’Atalanta non ha mai perso, totalizzando due pareggi ed un successo. Appena due i precedenti tra l’arbitro della sezione di Latina ed il Cagliari, tutti nella stagione in corso. Il primo è Cagliari-Sampdoria, finita 2-1 grazie alla rete allo scadere di Federico Melchiorri, ed il secondo risale allo scorso 19 novembre, quando i rossoblù uscirono sconfitti per 1-0 dal campo del Chievo Verona.

Articolo precedente
gomezGomez all’intervallo: «Non molliamo, Cagliari squadra insidiosa»
Prossimo articolo
bruno alves cagliari storeAtalanta-Cagliari, le pagelle dei rossoblù