Chi è Marco Andreolli, il nuovo difensore del Cagliari

© foto CagliariNews24.com

Le esperienze poco fruttuose con Inter, Roma e Siviglia e quelle positive con Chievo e Sassuolo. Il profilo di Marco Andreolli, nuovo difensore del Cagliari

Dopo la partenza di Bruno Alves il Cagliari si è messo alla ricerca di un difensore centrale di esperienza ed affidabilità. Dopo aver sondato più di un giocatore, i radar rossoblù si sono assestati su Marco Andreolli. Prima le ammissioni dei vertici del club, poi i contatti sempre più fitti e la fumata bianca, arrivata due giorni fa. Il centrale di Ponte dell’Olio, svincolatosi dall’Inter lo scorso 30 giugno, ha firmato un contratto biennale con il club di Giulini e già nel pomeriggio sarà a disposizione di Rastelli.

LA CARRIERA  – Statura imponente, 187 centimetri, Andreolli è un difensore centrale che fa del fisico e del senso della posizione i propri punti di forza. Cresce nel Padova ed a diciassette anni passa alle giovanili dell’Inter, club che gli permette di esordire prima in Serie A e poi in Champions League. Nonostante le buone doti, il giovane centrale fatica a ritagliarsi uno spazio di rilievo in nerazzurro: appena 13 presenze tra Serie A, Champions e Coppa Italia tra il 2004 ed il 2007. Nell’estate dello stesso anno rientra nell’operazione che porta Chivu a Milano e passa alla Roma, ma in giallorosso non esordisce a causa di un infortunio alla schiena. Nel gennaio 2008 viene ceduto in prestito al Vicenza in Serie B ma un altro grave infortunio complica i suoi piani di ascesa. Nel 2008 la Roma riscatta interamente il suo cartellino e lo cede al Sassuolo, ancora in B. In Emilia Andreolli riesce ad imporsi giocando la sua prima vera e propria stagione da titolare. Segue il ritorno nella capitale, dove nel 2009/10 totalizza 15 presenze tra campionato, Coppa Italia ed Europa League segnando anche la sua prima rete europea. Dal 2010 al 2013 veste la maglia del Chievo disputando le annate più redditizie della sua carriera. Nell’estate 2013 fa ritorno all’Inter. In due stagioni totalizza 19 presenze tra campionato e Coppe tornando a respirare l’aria dei match europei. Nel 2015/16 il prestito al Siviglia: in Andalusia Andreolli inizia il campionato da titolare ma alla tredicesima giornata si lacera il tendine d’Achille ed è costretto a chiudere anticipatamente la sua prima esperienza estera. Nel 2016/17 fa ritorno all’Inter chiudendo il campionato con 6 presenze.

IL CAGLIARI – Nel suo futuro prossimo c’è il rossoblù del Cagliari. Il club si è assicurato un giocatore che nel corso della carriera ha dimostrato di poter rendere se circondato dalla fiducia dell’ambiente. Escluse le esperienze nelle big, le stagioni al Sassuolo ed al Chievo hanno messo in luce un difensore affidabile e continuo. Le perplessità sull’arrivo del classe ’86 riguardano la sua tenuta: nelle ultime quattro stagioni ha giocato appena 35 gare ufficiali. Dall’altra parte spiccano i trofei vinti (su tutti i due scudetti e le due Coppe Italia con l’Inter e l’Europa League con il Siviglia) anche se da rincalzo e le numerose apparizioni in campo internazionale.

Articolo precedente
Cagliari, primo allenamento a Pejo: c’è anche Cossu
Prossimo articolo
Cossu ritrova il Cagliari: cosa può dare ancora ai rossoblù