Alla scoperta dei Primavera: Riccardo Ladinetti

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Impariamo a conoscere i piccoli talenti della Primavera del Cagliari. Alla scoperta del mediano e capitano classe 2000 Riccardo Ladinetti

Prosegue la conoscenza sui ragazzi della Primavera del Cagliari. Oggi è il turno di Riccardo Ladinetti, capitano della squadra di mister Lavecchia. Vediamo insieme chi è.

LA SCHEDA – Nato il 20 dicembre 2000, Riccardo Ladinetti veste la maglia del Cagliari Calcio da ben 9 anni. La sua avventura col pallone comincia nelle giovanili della scuola calcio Sanluri, per poi approdare nella società cagliaritana all’età di 10 anni. Con la maglia numero 5 sulle spalle, ricopre il ruolo di mediano e il suo piede forte è il destro, che sfrutta bene sia per orchestrare il gioco su distanze medio-lunghe che per concludere in maniera sempre insidiosa verso lo specchio avversario. È sua la fascia da capitano, guidando la squadra come un vero leader e dimostrando tutto il suo attaccamento alla maglia ed ai colori rossoblù. Fuori quota grintoso, con una forte personalità, trascinatore dei compagni, è un vero guerriero: combatte su ogni palla, imposta bene le azioni, non molla mai nemmeno quando la stanchezza comincia a farsi sentire. La sua maturità calcistica è impressionante per essere semplicemente un ragazzo di 19 anni. E proprio questa sua maturità l’ha portato a conquistarsi qualche panchina con la prima squadra in Serie A e diversi allenamenti con i professionisti. Aspetto da migliorare? Forse l’atteggiamento alle volte troppo irruento, che spesso lo porta a ricevere qualche cartellino di troppo.

LA SUA STAGIONE – Diciotto gare disputate quest’anno e coronate da ben quattro gol e quattro assist. È un giocatore che non smette mai di stupire con le sue giocate e le sue prestazioni. E proprio grazie al suo grande impegno, questa estate, poco prima dell’inizio del campionato di Primavera 1, è arrivata per lui una delle conquiste più belle che un giovane possa desiderare: la firma del suo primo contratto da professionista. Il presidente Giulini ha blindato il ragazzo alla sua società fino al 30 giugno 2022. Ora, come anche tutti i suoi compagni, sogna l’esordio nel palcoscenico importante della Serie A.

A CHI SOMIGLIA – L’accostamento per ruolo, carattere, voglia di fare, numero di maglia e fascia da capitano è naturale farlo con un grande rossoblù, ora nella dirigenza del Club e molto vicino alla Primavera, Daniele Conti. Ma il modello che Ladinetti segue e cerca di studiare quanto più possibile è Sergio Busquets, centrocampista del Barcellona. Di lui ammira l’ottima visione di gioco, la precisione dei passaggi, il controllo del pallone e il grande senso di posizione. In un’intervista per il sito gianlucadimarzio.com aveva dichiarato che, tra i compagni del Cagliari big, uno dei suoi modelli è Luca Cigarini. In diversi però hanno affermato di trovare somiglianze tra il sardo e un grande talento del calcio italiano odierno, il giovane Nicolò Zaniolo. Ci si aspetta dunque tanto da questo gioiellino isolano.

I SUOI IDOLI – Come tutti i ragazzi, anche Ladinetti ha i suoi idoli indiscussi. Tra i suoi preferiti a livello nazionale c’è Andrea Pirlo, mentre a livello internazionale è fortemente attirato da Luka Modric. Chissà che lo studio di questi immensi elementi del mondo del calcio, non lo aiuti quanto più in fretta possibile a tastare con i tacchetti delle sue scarpette teatri sportivi importanti e conosciuti in tutto il globo.

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!