Cagliari-Atletico Madrid, l’ex Adán torna in Sardegna

© foto cagliarinews24.com

Verso Cagliari-Atletico Madrid, tra le fila dei colchoneros c’è anche l’ex rossoblù Adán. Per lui una toccata e fuga in Sardegna prima del ritorno in Spagna

Cagliari-Atletico Madrid è soltanto un’amichevole d’agosto, ma è inevitabile che la mente vada a ritroso di 48 anni. Per chi c’era i ricordi sono ancora nitidi, chi invece – per motivi anagrafici – non ha potuto vivere il periodo d’oro della storia rossoblù, sa come andarono le cose. Questa sera, alla Sardegna Arena, andrà in scena una sorta di remake degli ottavi di finale della Coppa dei Campioni 1970/71. Non solo quelle notti di 48 anni fa: ad unire idealmente Cagliari ed Atletico Madrid c’è anche un ex: si tratta di Antonio Adán, una vita nella capitale spagnola prima di cercare fortuna in Italia.

Cresciuto nel Real Madrid, le strade dell’attuale secondo portiere dell’Atletico e del Cagliari si incrociarono nel novembre 2013. Adán arrivò in Sardegna da svincolato ma non trovò particolari fortune. Chiuso da Vlada Avramov, che a suon di prestazioni si guadagnò la fiducia di Diego Lopez, lo spagnolo ebbe la prima chance in rossoblù il 5 gennaio 2014 al Bentegodi. Contro il Chievo riuscì a mantenere la porta inviolata. Al debutto positivo, però, seguì la disastrosa prestazione al Sant’Elia contro la Juventus: i due errori grossolani che portarono altrettanti gol a favore dei bianconeri – sommati ad alcune indecisioni – misero sul banco degli imputati Adán, che a fine gennaio lasciò il club isolano per tornare in Spagna.

La sua carriera proseguì nel Betis Siviglia: le positive quattro stagioni in bianco-verde hanno riabilitato la sua immagine e poco meno di un mese fa l’Atletico Madrid ha ufficializzato l’ingaggio del portiere classe ’87, che parte come vice di Oblak ma che già nel precampionato ha dimostrato di poter fare bene tra i pali dei colchoneros. Stasera Adán tornerà a Cagliari, la tappa più breve – e forse più buia – della sua carriera per l’amichevole della Sardegna Arena. Il Sant’Elia, distante pochi metri dal nuovo impianto cagliaritano, certamente gli porterà alla mente la sfortunata partita contro la Juventus, che fu decisiva per il ritorno in Spagna dopo pochi mesi in Italia.

Articolo precedente
cossu cagliariCossu, i migliori 5 gol con la maglia del Cagliari – VIDEO
Prossimo articolo
Cagliari-Atletico Madrid 0-1: cronaca, sintesi e tabellino