Cagliari-Atletico Madrid, 48 anni dopo la Coppa Campioni

© foto CagliariNews24.com

Domani alla Sardegna Arena andrà in scena Cagliari-Atletico Madrid, 48 anni dopo gli ottavi di finale della Coppa dei Campioni 70/71

Amichevole di lusso alla Sardegna Arena. Domani il Cagliari concluderà il suo precampionato ospitano nel suo stadio l’Atletico Madrid. Un avversario importante, detentore in carica dell’Europa League e che settimana prossima giocherà contro il Real Madrid la Supercoppa Uefa a Tallinn, nella capitale dell’Estonia. Quella di domani però sarà un altro revival di un’altra sfida europea: gli ottavi di finale della Coppa dei Campioni del 1970/71.

COPPA CAMPIONI – Mezzo secolo fa non esisteva la Champions League, ma la Coppa dei Campioni: la manifestazione più prestigiosa a livello europeo e che metteva una contro l’altra in sfide ad eliminazione diretta le squadre campioni del proprio paese. Nell’edizione del ‘70/71, Gigi Riva e compagni eliminarono il Saint-Étienne nei sedicesimi di finale, grazie al 3-0 del Sant’Elia (doppietta di Rombo di Tuono e gol di Nené). Indolore l’1-0 in Francia. Agli ottavi i rossoblù incrociarono invece l’Atletico Madrid. I Colchoneros avevano superato l’Austria Vienna, vincendo sia all’andata (2-0) sia al ritorno (2-1). L’esito del doppio confronto fu favorevole agli spagnoli, anche se pesò inevitabilmente l’assenza di Riva nel match di Madrid.

L’ANDATA – L’andata degli ottavi tra Cagliari e Atletico si giocò il 14 ottobre del 1970 nel Sant’Elia, inaugurato qualche mese prima. I rossoblù ebbero la meglio per 2-1, ma le cronache dell’epoca raccontano delle tante occasioni sciupate dai sardi in una vera e propria battaglia. “Vittorioso il Cagliari nella rissa di Sant’Elia” e “Regalato nel finale un goal che complica tutto” sono alcuni dei titoli dei quotidiani all’indomani della partita. Ed effettivamente la rete segnata da un certo Luis Aragones (futuro ct della Spagna campione d’Europa) costerà caro. Al 42′ è il solito Gigi Riva a sbloccare l’incontro, segnando di testa l’1-0 su un cross di Domenghini proveniente dalla destra. Nel recupero del primo tempo raddoppia Gori con un bel sinistro in area di prima intenzione. L’ipoteca sulla qualificazione viene però sventata dal già citato gol di Aragones al 78′ e – soprattutto – dalla partita che l’Italia avrebbe giocato due settimane dopo a Vienna.

CAGLIARI-ATLETICO MADRID 2-1 (2-0)
(Cagliari, 21 ottobre 1970)
CAGLIARI: Albertosi, Martiradonna, Mancin, Cera, Niccolai, Tomasini, Domenghini, Nenè, Gori, Greatti (77’ Brugnera), Riva. Allenatore: Scopigno.
ATLETICO MADRID: Rodri, Melo, Calleja, Adelardo, Ovejero, Jayo, Ufarte, Luis Aragones, Garate, Irureta, Salcedo. Allenatore: Domingo.
ARBITRO: Krnavek (Cecoslovacchia).
RETI: 42’ Riva, 45’+1′ Gori, 78’ Luis Aragones.

RITORNO – Il match tra Austria e Italia, giocato a Vienna il 31 ottobre, ha cambiato per sempre la storia del Cagliari, pregiudicandone il cammino in quella Coppa dei Campioni. I rossoblù infatti si presentarono il 5 novembre al “Vicente Calderon” senza Gigi Riva. Un’assenza mica da poco. Purtroppo Riva aveva sacrificato per la seconda volta la sua gamba in Nazionale. Da quella terribile giornata del “Prater” tornò con tibia e perone rotti a causa di un terribile intervento di Norbert Hof. Scopigno affidò così la 11 a Brugnera, ma il risultato non fu benevolo per il Cagliari, che provò a fare una partita difensiva dopo il 2-1 dell’andata. Aragones si confermò bestia nera per i sardi, segnando altri tre gol che consentirono ai Colchoneros di conquistare l’accesso ai quarti. Nessuno saprà mai cosa sarebbe successo se a Madrid il Cagliari si fosse presentato con Riva. Si sa solo che la squadra di Scopigno finì la partita in dieci dopo l’espulsione di Tomasini al 71′ per il fallo (dubbio) che ha causato il rigore del raddoppio. Quell’Atletico arrivò fino alle semifinali del torneo, superando anche il Legia Varsavia nei quarti di finale e arrendendosi soltanto al grande Ajax di Cruijff, che avrebbe poi alzato l’ambita coppa a Londra.

ATLETICO MADRID-CAGLIARI 3-0 (1-0)
(Madrid, 5 novembre 1970)
ATLETICO MADRID: Rodri, Melo, Calleja, Adelardo, Jayo, Iglesias, Ufarte, Luis Aragones, Garate, Irureta, Alberto. Allenatore: Domingo.
CAGLIARI: Albertosi, Martiradonna (66’ Nastasio), Mancin, Cera, Niccolai, Tomasini, Domenghini, Nenè, Gori, Greatti (46’ Poli), Brugnera. Allenatore: Scopigno.
ARBITRO: Jones (Galles).
RETI: 33’, 71’ e 90’ Luis Aragones.
NOTA: Espulso al 73’ Tomasini.

Articolo precedente
Serie A, il Var cambia: immagini anche sul maxischermo dello stadio
Prossimo articolo
Cerri contro la maledizione del numero 9