Viareggio Cup, Cagliari eliminato dall’Inter

cagliari primavera
© foto www.cagliarinews24.com

La Primavera del Cagliari saluta la Viareggio Cup con un pesante 4-0 subìto dall’Inter

Il Cagliari Primavera saluta la Viareggio Cup con una netta sconfitta. Si ferma agli ottavi la corsa della squadra di Canzi, superata per 4-0 dall’Inter. I rossoblù, sconfitti nell’ultima giornata del Girone 9 ma qualificati alla fase finale come una delle migliori seconde, si sono arresi allo strapotere fisico della squadra di Vecchi, capolista del Girone C in campionato e qualificata agli ottavi grazie al primato nel Girone 4 della competizione. Primo tempo da incubo per i sardi, sotto di due reti dopo un quarto d’ora. Al duplice fischio il parziale è di 4-0 per i nerazzurri, nella ripresa i sardi provano a cambiare l’inerzia del match ma i nerazzurri riescono a gestire i quattro gol di vantaggio fino al triplice fischio.

INTER-CAGLIARI, LA SINTESI – Canzi si affida ancora al 3-5-2 con Arras e Camba esterni di centrocampo e la coppia offensiva composta da Han – rientrato dopo la convocazione in prima squadra di domenica – e Manca. Gara subito in salita per la formazione rossoblù, che dopo appena 4′ va in svantaggio: Crosta è beffato dalla deviazione di uno dei suoi sul tiro da fuori area del nerazzurro Carraro. I sardi provano a reagire: prima Camba imbecca Han – pescato in fuorigioco -, poi Pennington impegna l’estremo difensore nerazzurro con un colpo di testa mandato in corner con un grande intervento. Al 14′, però, è ancora l’Inter a passare: Butic colpisce di testa su un cross dal fondo e batte Crosta per il 2-0. Al 28′ si rivede il Cagliari: Han riceve in area e calcia di sinistro, Gravillon devia in angolo. Risponde l’Inter: uno-due tra Danso e Cagnano, con quest’ultimo che va al tiro in diagonale che si spegne sul fondo. Al 33′ l’Inter ipoteca i quarti di finale: Butic innesca il contropiede nerazzurro e lo conclude con un colpo di testa che non lascia scampo a Crosta. Doppietta personale e sesto centro al Viareggio per il croato. L’Inter insiste ed al 40′ trova il poker con Gravillon, che di testa spedisce alle spalle di Crosta su cross di Carraro. Nel finale di primo tempo Rover cerca il quinto gol ma trova l’opposizione della traversa a portiere battuto. Nella ripresa Canzi prova a dare una scossa alla squadra ed opera un triplo cambio: fuori Doratiotto, Briukhov e Camba, dentro Pitzalis, Mastino e Serra; Vecchi risponde sostituendo Bakayoko con Souare Rover con Sala. I sardi provano a scuotersi: ci provano Han e Serra senza però trovare la via del gol. L’avvio di ripresa è di marca rossoblù, l’Inter prova ad arginare le folate dei sardi e tenta di abbassare i ritmi in virtù di un risultato che sembra ormai acquisito. Con il passare dei minuti il match perde d’intensità: l’Inter gestisce, il Cagliari non ha le forze psico-fisiche per cercare l’insperata rimonta.

Inter-Cagliari, il tabellino del match

MARCATORI: 4′ Carraro (I), 14′ e 33′ Butic (I), 40′ Gravillon (I)

INTER (4-3-3): Di Gregorio; Mattioli, Gravillon, Lombardoni (72′ Nolan), Cagnano; Rivas (20′ Danso), Carraro (58′ Awua), Emmers (58′ Gnoukouri); Rover (46′ Sala), Butic (58′ Belkheir), Bakayoko (46′ Souare).
A disposizione: Mangano, Dekic, Valietti, Belkheir, Bollini, Frigerio, Mutton, Capone.
Allenatore: Vecchi.

CAGLIARI (3-5-2): Crosta; Cadili, Oliveira, Briukhov (46′ Mastino); Arras (70′ Tomaselli), Pennington, Doratiotto F., Taccori (46′ Pitzalis), Manca (58′ Carpentieri); Camba (46′ Serra), Han.
A disposizione: Bizzi, Volteggi, Daga, Carpentieri, Doratiotto R., Mastromarino.
Allenatore: Canzi.

NOTE: ammonito Bakayoko (I).