Verona-Cagliari 2-1, Di Carmine stende i rossoblù

di carmine verona
© foto Verona 20/06/2020 - campionato di calcio serie A / Hellas Verona-Cagliari / foto Image Sport nella foto: esultanza gol Samuel Di Carmine

Hellas Verona-Cagliari, recupero della 25ª giornata della Serie A 2019/20: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

La crisi del Cagliari non si interrompe neanche dopo la sosta. All’esordio di Zenga, i rossoblù cadono al Bentegodi e continuano a non vedere la luce in fondo al tunnel. Nella prima frazione si registra una prova incolore del Cagliari, parzialmente rinsavito in seguito al rosso a Borini. Il Verona è, come al solito, molto quadrato, e mette sotto i rossoblù fin da subito. Nel Cagliari difficile individuare qualcuno sopra la sufficienza. Nella ripresa i rossoblù offrono una prova più propositiva ma non mettono quasi mai in difficoltà la retroguardia del Verona. Il tour de force finale non paga, la sconfitta è una naturale conseguenza di una prestazione, nel complesso, opaca.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!


Il tabellino di Verona-Cagliari

Marcatori: 14′, 26′ Di Carmine (V), 43′ Simeone (C)

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Empereur; Faraoni, Amrabat, Badu, Lazovic (dall’85’ Dimarco); Verre (dal 47′ Veloso), Di Carmine (dal 48′ Zaccagni); Borini. A disposizione: Berardi, Radunovi, Stepinski, Pazzini, Bocchetti, Lucas, Gunter, Salcedo, Adjapong.
Allenatore: Ivan Juric.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Cacciatore (dal 68′ Mattiello), Ceppitelli, Pisacane; Nandez, Ionita (dal 68′ Paloschi), Cigarini, Rog, Pellegrini (dall’85’ Lykogiannis); Pereiro (dal 46′ Birsa), Simeone. A disposizione: Olsen, Rafael, Carboni, Klavan, Walukiewicz, Ladinetti, Lombardi.
Allenatore: Walter Zenga.

Arbitro: Manganiello di Pinerolo

Ammoniti: Pereiro (C), Nandez (C), Badu (V), Pisacane (C), Cigarini (C), Ceppitelli (C)

Espulsi: Borini (V), Cigarini (C)


Verona-Cagliari, cronaca in diretta e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Nella ripresa i rossoblù offrono una prova più propositiva ma non mettono quasi mai in difficoltà la retroguardia del Verona. Il tour de force finale non paga, la sconfitta è una naturale conseguenza di una prestazione, nel complesso, opaca.

93′ – Triplice fischio di Manganiello. Il Cagliari continua a perdere anche dopo la sosta, e cade 2-1 per mano del Verona.

92′ – Ancora un tentativo vano per i rossoblù. Il Verona libera l’area su cross di Rog, Mattiello tenta la conclusione al volo ma colpisce male.

90′ – Manganiello concede tre minuti di recupero.

89′ – Tour de force offensivo del Cagliari. Birsa trova Nandez con un filtrante illuminante, ma il cross dal fondo dell’uruguagio è intercettato dalla retroguardia scaligera.

88′ – Altra chance, ancora su angolo, per i rossoblù. Stavolta è Lykogiannis a non centrare il bersaglio grosso, in seguito a un ottimo taglio sul primo palo.

86′ – Grande occasione per il Cagliari, che va vicino al gol del pari. Sugli sviluppi di un corner, Pisacane non riesce a deviare in rete una spizzata di Simeone.

84′ – Un cambio per entrambe le squadre. Nei rossoblù, Lykogiannis rileva un esausto Pellegrini. Juric risponde buttando dentro Di Marco al posto di Lazovic.

80′ – Manganiello ammonisce Ceppitelli per un intervento a gamba tesa su Amrabat. Il capitano era diffidato e salterà la gara di martedì contro la Spal.

73′ – La ristabilita parità numerica non sembra fermare le velleità offensive del Cagliari. Ceppitelli calibra un buon cross per Nandez, che di testa non centra lo specchio della porta.

70′ – ESPULSIONE CAGLIARI. Cigarini ferma una ripartenza apparentemente innocua e prende, in maniera un po’ ingenua, il secondo giallo della partita.

68′ – Doppia sostituzione per il Cagliari. Zenga vuole più peso in area e più freschezza sull’esterno: dentro Paloschi e Mattiello, fuori Ionita e Cacciatore.

60′ – Zenga ritocca leggermente la disposizione tattica dei rossoblù, ripristinando la difesa a 4. Cacciatore si sposta sulla destra e spinge più in avanti Nandez, che continua a spaziare tra fascia e zona centrale.

58′ – Manganiello estrae il cartellino giallo ai danni di Cigarini.

56′ – Il Cagliari continua a cercare il pari, ma la conclusione di Nandez è sballata e finisce sul fondo.

47′ – Partenza a razzo del Cagliari. Nandez recupera una buona palla su Amrabat, Cacciatore serve Rog che calcia sul fondo.

22.50, INIZIO SECONDO TEMPO – Manganiello fischia l’inizio della ripresa. Cambi da entrambi le parti: per il Cagliari dentro Birsa al posto di Pereiro, Juric toglie Verre e Di Carmine a favore di Veloso e Zaccagni.

SINTESI PRIMO TEMPO: Nella prima frazione si registra una prova incolore del Cagliari, parzialmente rinsavito in seguito al rosso su Borini. Il Verona è, come al solito, molto quadrato, e mette sotto i rossoblù fin da subito. Nel Cagliari difficile individuare qualcuno sopra la sufficienza.

45+1′ – Finisce la prima frazione di gara, Verona in vantaggio per 2-1 sul Cagliari.

45′ – Manganiello concede un minuto di recupero.

43′ – GOL CAGLIARI. La retroguardia del Verona si fa cogliere impreparata su un lancio lungo di Cigarini per Pellegrini, il terzino serve Simeone che non sbaglia col sinistro.

37′ – Pereiro calcia sopra la barriera ma Silvestri, senza troppi patemi, devia in calcio d’angolo.

35′ – ESPULSIONE VERONA. Manganiello viene richiamato al VAR per un’entrata di Borini su Rog, ed estrae il rosso ai danni dell’ex Milan. Cagliari in superiorità numerica e con una punizione da ottima posizione.

34′ – Si scatena un piccolo parapiglia, Manganiello toglie fuori il giallo per Badu e Nandez.

32′ – Le idee, per il Cagliari, sono poche e confuse. I rossoblù si affidano a sventagliate di Cigarini e a timide iniziative sugli esterni, ma i risultati sono ampiamente deludenti. Il Verona detta legge senza bisogno di alzare il ritmo: Verre, tra le linee, è imprendibile, mentre Lazovic fa quello che vuole sull’out di sinistra.

28′ – Notte fonda per il Cagliari. Faraoni penetra in area ma, sulla conclusione, centra un compagno di squadra.

26′ – RADDOPPIO VERONA. Ionita e Ceppitelli combinano una frittata a metà campo, sul ribaltamento di fronte Di Carmine sigla la doppietta con una sassata dai 25 metri.

24′ – Ancora pericoli per il Cagliari. Empereur svetta su un corner ma conclude ben oltre la traversa.

19′ – Assedio gialloblù. Lazovic, irresistibile sulla sinistra, colpisce in pieno la traversa. Sugli sviluppi dell’azione Cragno fa buona guardia in ben due occasioni.

14′ – VANTAGGIO VERONA. Di Carmine anticipa Pisacane e insacca di testa su assist di Lazovic.

12′ – Da annotare, tra le fila del Cagliari, l’alternanza tra Ionita e Nandez, che scambiano in continuità la posizione sulla fascia destra.

9′ – Primo squillo per i rossoblù. Simeone prova la conclusione dalla distanza, ma il tentativo è troppo debole per impensierire Silvestri.

5′ – Ancora scaligeri in avanti. Amrabat si inserisce in area sfruttando un velo di Verre ma conclude in maniera sbilenca.

1′ – Il Verona è pericoloso dopo appena 30 secondi. Lazovic conclude dal limite dell’area, Cragno respinge a lato.

21.45, CALCIO D’INIZIO – Iniziato il match tra Verona e Cagliari. Gli scaligeri in completo blu, il Cagliari scende in campo in maglia bianca.


Verona-Cagliari, formazioni ufficiali

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Empereur; Faraoni, Amrabat, Badu, Lazovic; Verre, Di Carmine; Borini. A disposizione: Berardi, Radunovic, Veloso, Stepinski, Pazzini, Bocchetti, Lucas, Zaccagni, Gunter, Dimarco, Salcedo, Adjapong.
Allenatore: Ivan Juric.

Di Carmine dal 1′ minuto è la novità più importante in casa Verona. Juric opta per Borini e Verre a sostegno del toscano, complice anche lo stop di Pessina. In porta l’affidabile Silvestri; davanti a lui Rrahmani, Kumbulla ed Empereur. A centrocampo Badu panchina Veloso e affianca Amrabat, con Faraoni e Lazovic sulle fasce.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Cacciatore, Ceppitelli, Pisacane; Nandez, Ionita, Cigarini, Rog, Pellegrini; Pereiro, Simeone. A disposizione: Olsen, Rafael, Carboni, Klavan, Lykogiannis, Mattiello, Walukiewicz, Birsa, Ladinetti, Lombardi, Paloschi.
Allenatore: Walter Zenga.

Ionita in campo, Birsa fuori. Questo l’unico cambio rispetto alle previsioni della vigilia. Walter Zenga, all’esordio ufficiale sulla panchina isolana, deve fare a meno di pedine importanti (su tutti Nainggolan e Joao Pedro). Il rientrante capitan Ceppitelli, insieme a Cacciatore e Pisacane, avrà il compito di difendere Cragno. Sugli esterni la spinta di Nandez e Pellegrini; in mezzo al campo, oltre al già citato moldavo, Cigarini e Rog. Davanti, Pereiro avrà il compito di sostenere el Cholito Simeone.


Pre partita e probabili formazioni

Non ci saranno lo squalificato Joao Pedro e gli infortunati Nainggolan, Oliva, Faragò e Pavoletti. In conferenza stampa Zenga non si è sbilanciato sul modulo, ma tutto fa pensare al 3-5-2. In difesa il Cagliari ritroverà certamente capitan Ceppitelli, mentre in attacco Pereiro farà coppia con Simeone. Dall’altra parte Juric dovrebbe confermare la formazione tipo con Pessina e Zaccagni a supporto di Borini. Il suo Hellas Verona, prima dello stop per il Coronavirus, stava stupendo tutta la Serie A.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Verre, Zaccagni; Borini.
Allenatore: Ivan Juric.

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Cacciatore, Ceppitelli, Pisacane; Nandez, Birsa, Cigarini, Rog, Pellegrini; Pereiro, Simeone.
Allenatore: Walter Zenga.


Verona-Cagliari, la vigilia dei due tecnici

JURIC – «È impossibile ritrovare subito il nostro ritmo perché abbiamo avuto molti problemi, non avevo mai vissuto una situazione del genere da allenatore. Anche contro il Cagliari mancheranno tanti giocatori o qualcuno andrà in panchina, avendo solo fatto un paio di allenamenti. È una situazione strana, ci sono stati infortuni mai visti prima. Evidentemente la pausa di settanta giorni a casa ha fatto danni. Per cui bisogna cercare di tornare quelli che eravamo, ma non so se ci riusciremo subito».

ZENGA –  «La vigilia è sempre strana, questa ancora di più. Rimettersi in fase di preparazione a una trasferta ha portato tante questioni da fare. Ho già in mente modulo e interpreti, imprevisti a parte. Devi essere sempre pronto a fare qualcosa di più. Come arrivano alla gara i giocatori? Se lo chiede ogni allenatore dopo un periodo di stop di due mesi e gli allenamenti senza amichevoli. Siamo tutti curiosi. Va separato il campionato di prima da questo, è tutto differente. Io devo cercare di capire quali giocatori abbiano la migliore capacità di tenere alta la pressione per tante partite ravvicinate».


I precedenti del match

Il Cagliari va a caccia di un successo che manca da oltre 15 anni: l’ultima affermazione isolana in Veneto contro l’Hellas nel 2003/04, in Serie B. La squadra di Reja, lanciata verso la Serie A, riuscì a strappare i tre punti grazie alla rete di Esposito in pieno recupero (di Mazzola e Suazo i gol del momentaneo 1-1). Le ultime tre partite al Bentegodi hanno portato soltanto sconfitte al Cagliari: nel 2013/14 le reti di Toni e Jankovic misero al sicuro i tre punti nonostante la rete di Conti all’89’. Stesso minuto in cui, la stagione seguente, Tachtsidis trovò il jolly dal limite regalando il successo in extremis al Verona. L’ultimo precedente, nel 2017/18, ha visto festeggiare ancora i padroni di casa grazie al rigore trasformato da Romulo nell’ultima parte di primo tempo.

Giocate: 26 | Vittorie: 3 | Pareggi: 7 | Sconfitte: 16
Gol Fatti: 23 | Gol Subiti: 42

L’arbitro del match

La sfida tra Hellas Verona e Cagliari è stata affidata a Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo. Ranghetti e Bresmes saranno gli assistenti, Sozza il quarto uomo, mentre Aureliano e Meli al Var.

I PRECEDENTI – Manganiello ha arbitrato Verona e Cagliari altre due volte in campionato e una volta a squadra in Coppa Italia. Per i rossoblù il bilancio è positivo: 3-1 sul Genoa, 2-1 con la Sampdoria in Coppa e 1-1 a San Siro con l’Inter. L’Hellas ha invece perso in Coppa Italia ad agosto con la Cremonese ai supplementari 2-1, perso 1-0 contro il Milan e vinto 1-0 contro il Parma. In totale Manganiello ha arbitrato il Cagliari 12 volte per un totale di 6 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. Per il Verona, invece, 2 successi, 3 pareggi e 2 k.o. nei 7 precedenti complessivi.


Verona-Cagliari, diretta tv e streaming: dove vederla

Il match del Bentegodi, come da accordi precedenti, verrà trasmesso da DAZNclicca qui per abbonarti a DAZN. Oltre che su pc, la sfida sarà visibile sull’app della piattaforma tramite smart tv, smartphone, tablet e mobile. Inoltre, per i clienti Sky che hanno attivato l’offerta, la sfida sarà trasmessa su DAZN1, canale satellitare 209.