Udinese-Cagliari, le pagelle della “Dacia Arena”

ceppitelli cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Udinese-Cagliari

Il Cagliari torna a vincere anche in trasferta. Lo fa alla Dacia Arena di Udine, imponendosi per 1-0 contro l’Udinese, grazie al gol di Joao Pedro.

Le pagelle dei rossoblù

Rafael 6.5: Il brasiliano risponde presente a tutte le conclusioni degli attaccanti dell’Udinese.

Romagna 6.5: Preciso e pulito come sempre in chiusura. Rischia forse un po’ troppo palla al piede.

Ceppitelli 7: Da centrale nella difesa a tre sembra aver trovato la sua dimensione. Da quelle parti non si passa. Per informazioni, chiamare Perica.

Andreolli 6: Commette troppi falli quando cerca di contendere i palloni alti nella propria metà campo. Per il resto, match sufficiente.

Faragò 7: Ormai sulla fascia destra è una certezza. Spinge e mette dentro tanti cross pericolosi, intendendosi alla perfezione con Barella. Cala nel secondo tempo, ma ha le forze per lottare sull’ultimo pallone, facendo espellere Bizzarri.

Barella 7: Altra prestazione da incorniciare per il talentino rossoblù, vero e proprio padrone del centrocampo della Dacia Arena. L’asse con Faragò funziona a memoria. È suo il cross per il gol di Joao Pedro.

Cigarini 5.5: Le azioni del Cagliari dovrebbero nascere dai suoi piedi, ma gli unici passaggi che non sbaglia sono gli appoggi semplici all’indietro. Impreciso quando deve verticalizzare, perde troppi palloni velenosi. (Dal 37′ s.t. Dessena s.v.).

Ionita 6.5: Approfitta dei numerosi cross dalla destra di Faragò per inserirsi e rendersi pericoloso.

Padoin 6: Più in difficoltà del solito a giocare sulla sinistra, dovendo rallentare ogni volta l’azione per mettersi la palla sul destro. La sua esperienza e la sua duttilità si rivela comunque fondamentale.

Joao Pedro 6.5: Lopez lo schiera più vicino alla porta, rinunciando all’esperimento mezzala, finora fallito. Il brasiliano non regala grandi giocate, ma ha il merito di segnare un gol da vero attaccante opportunista, approfittando dell’indecisione della difesa dell’Udinese. (dal 45′ s.t. Giannetti s.v.).

Pavoletti 6: Tanto lavoro sporco e due occasioni buone nel primo tempo per sbloccare il risultato, alle quali Bizzarri si è opposto alla grande. Nel secondo tempo, cade troppo facilmente nella trappola del fuorigioco della difesa friulana. (Dal 30′ s.t. Farias s.v.).

Lopez 7: Terza vittoria in cinque partite, la prima in trasferta da quando è tornato a sedersi sulla panchina del Cagliari. La sua squadra lotta fino all’ultimo minuto di recupero, portando a casa con le unghie e con i denti tre punti importantissimi. Diego ha imparato dagli errori passati, non buttando al vento la gara come a Torino e schierando Joao Pedro in un ruolo a lui più congeniale.


Le pagelle dell’Udinese

Bizzarri 5: Grandi parate, ma anche due errori che costano ai bianconeri la sconfitta. Indeciso sull’uscita nel gol di Joao Pedro. Nel finale, si fa espellere per un intervento su Faragò da fuori area.

Widmer 5: Guarda Joao Pedro passargli dietro e segnare il gol che decide la partita.

Danilo 5: Anche lui ha grosse responsabilità sul gol dell’1-0, non andando a contendere il rimbalzo del pallone crossato da Barella.

Angella 5.5: Ha meno colpe rispetto ai compagni di reparto sulla rete cagliaritana, ma non gioca certo una partita da ricordare.

Samir 5: Regala al Cagliari il pallone da cui poi nasce il gol di Joao Pedro. Sulla sua fascia soffre le combinazioni tra Barella e Faragò.

Barak 5.5: Impensierisce Rafael con una conclusione da fuori dopo pochi minuti. Per il resto si fa vedere poco.

Balic 5: Prova opaca in mezzo al campo per il giovane croato, alla prima da titolare in campionato. (Dal 22′ s.t. Fofana 5.5: Non dà quell’intensità in più che ci si aspetterebbe da lui).

Jankto 5: Sbaglia tanto sulla fascia destra, sia con il pallone tra i piedi, sia negli inserimenti senza palla.

De Paul 6: Il più pericoloso dell’Udinese con il pallone tra i piedi. Non basta, tuttavia, per mandare i gol i compagni con le sue giocate. (Dal 33′ s.t. Bajic s.v.).

Maxi Lopez 5.5: Si vede poco, ma l’argentino ha due buone occasioni per segnare. Nel primo tempo sbaglia malamente un colpo di testa ravvicinato sulla respinta del tiro di Barak. Nella ripresa, ci vuole un grande intervento di Rafael per negargli la gioia del gol. (Dal 18′ s.t. Lasagna 5.5: Non trova il guizzo giusto per raddrizzare il match).

Perica 5: Prima accanto alla punta, poi esterno e infine centravanti. Ma il risultato non cambia. Sbatte sul muro difensivo rossoblù.

Delneri 5: L’Udinese parte bene, ma poi cala fino a concedere campo al Cagliari e soccombere. Una disattenzione difensiva costa i tre punti, ma i bianconeri non hanno mai dato la sensazione di poterla vincere o pareggiare.

Articolo precedente
Udinese-Cagliari 0-1, pagelle e tabellino
Prossimo articolo
Lopez: «Il Cagliari ha dimostrato che può vincere ovunque»