Truzzu: «Serie A al sud? Cagliari pronta, sarebbe un onore»

cagliari serie a
© foto CagliariNews24.com

Così Paolo Truzzu, sindaco di Cagliari, sull’ipotesi di giocare le rimanenti gare della Serie A al sud

L’emergenza sanitaria ha portato con sè una serie di difficoltà tra le quali spicca la crisi economica. Dopo aver attutito – per quanto possibile – l’urto e scavalcato l’onda più alta, l’Italia è partita con la fase 2. Restano da risolvere i problemi relativi al futuro, con un’incertezza soprattutto economica che non fa ben sperare. Le maggiori economie europee rischiano di accusare un grave colpo in caso di mancata ripresa dei campionati di calcio, colonne del PIL. Da qualche tempo si sta facendo largo l’idea di abbassare il rischio contagio giocando nelle zone meno colpite dal Covid-19, ipotesi che non è stata mai realmente considerata come pienamente percorribile.

TRUZZU – Tra i possibili teatri di una Serie A ineditamente in campo in estate c’è anche la Sardegna. Un’idea che trova l’approvazione del sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, che a Radio Kiss Kiss non ha nascosto la disponibilità del capoluogo: «Una Serie A da giocare tutta al sud? Rispetto istituzionale per il ministro Spadafora e per il Governo, ma l’ipotesi farebbe respirare la nostra area geografica e darebbe speranza a tutto l’ambienteIl calcio può ripartire sui campi del Sud, siamo pronti ad ospitare le partite se sarà possibile, ovviamente a porte chiuse. Sarebbe un onore per Cagliari ed un’occasione anche per promozionare l’intero tessuto economico che oggi è in sofferenza».