Trequartista: provati Ionita, Ragatzu e Caligara in attesa di Joao Pedro

© foto CagliariNews24.com

In attesa di avere Joao Pedro, Rolando Maran ha provato sulla trequarti Artur Ionita, Daniele Ragatzu e Fabrizio Caligara

Inizia a prendere forma il Cagliari 2018/19 di Rolando Maran. Il pre-ritiro di Aritzo è servito al tecnico per conoscere la squadra, farla lavorare secondo le sue idee e i suoi metodi. La certezza è il modulo: il 4-3-1-2. I rossoblù torneranno a giocare con il rombo a centrocampo e il trequartista alle spalle di due attaccanti. Un vero e proprio dogma degli ultimi dieci anni. Grazie a questo schieramento, la squadra è riuscita a centrare la salvezza nelle ultime tre giornate di campionato e ora ripartirà da lì per fare decisamente meglio nella prossima stagione. Il trequartista titolare sarà ancora una volta Joao Pedro, ma per il brasiliano c’è un problema non da poco: la squalifica per doping fino al 16 settembre. In attesa di averlo a disposizione – potrà allenarsi con i compagni solo dal 16 luglio a Pejo – Maran ha alternato in allenamento Artur Ionita e Daniele Ragatzu, mentre domenica in amichevole si è visto in quel ruolo anche Fabrizio Caligara.

IL TREQUARTISTA SECONDO MARAN – Per il gioco di Maran, il trequartista è un ruolo fondamentale. Lo si è visto in questi giorni ad Aritzo durante le esercitazioni. Chi gioca dietro le punte nello schieramento iniziale partecipa molto all’azione e spesso il pallone gli arriva direttamente dalla difesa. Le caratteristiche di Ionita e Ragatzu, ovviamente, sono molto diverse, quasi opposte. Il moldavo è più fisico, garantisce copertura e inserimenti. Il sardo – in prestito fino al 2019 all’Olbia – è abituato più a giocare in attacco e da trequartista sarebbe di fatto una terza punta aggiunta. Una situazione che non si verificherà in stagione, visto che Ragatzu dovrebbe tornare in Gallura. Al momento però si sta giocando le sue carte ed è già andato in gol nella prima amichevole di domenica. Ne ha segnati due Fabrizio Caligara, che in allenamento ha sempre fatto la mezzala, ma per motivi numerici contro la Rappresentativa Barbagia è stato spostato più avanti. Una soluzione temporanea anche in questo caso, visto che il giovane scuola Juve dovrebbe andare in prestito in Serie B.

PRESSING – Molto più credibile vedere Ionita come vera alternativa a Joao Pedro in quel ruolo durante il campionato, senza dimenticare che l’ex Verona potrebbe essere sacrificato sul mercato. Il moldavo ha giocato da trequartista anche nel finale di campionato, garantendo più quantità in fase di non possesso che qualità nella manovra offensiva. Il trequartista di Maran deve far partire il pressing dei tre davanti, permettendo alla squadra di stare compatta. Un ruolo che calza alla perfezione con le caratteristiche di Joao Pedro.

Articolo precedente
Cagliari, pomeriggio in campo ad Assemini
Prossimo articolo
tim cup coppa italiaCoppa Italia, sì a tecnologia e sorteggio: le novità