Connettiti con noi

Hanno Detto

Telese: «Cagliari? Semplici è stata la carta vincente»

Pubblicato

su

Luca Telese, noto giornalista e tifoso del Cagliari, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla squadra rossoblù

Luca Telese, noto giornalista e tifoso del Cagliari, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla squadra rossoblù a Tuttomercatoweb.com.

STAGIONE – «Io vado controcorrente: ho sempre pensato che il Cagliari avesse una buona rosa. Ad un certo punto, probabilmente, si è venuta a creare un’incompatibilità tra Di Francesco e il collettivo, che ha portato a uno sciopero in bianco della squadra. Con Semplici abbiamo visto il valore reale della rosa: abbiamo conseguito una media punti da Europa League e ci siamo salvati».

TATTICA – «Semplici ha fatto veder molto sotto questo aspetto. Alla fine ha definito una spina dorsale per la squadra e, grazie anche al ritorno in pompa magna di Pavoletti, ha condotto il Cagliari alla salvezza».

CESSIONI E ACQUISTI – «Forse al Cagliari cedere Nandez e Cragno potrebbe essere essere utile. Pensiamo a quando abbiamo dato via Barella: abbiamo ricavato un bel gruzzolo, che in seguito abbiamo re-investito per Nandez e Rog!».

CESSIONI E ACQUISTI – «Forse al Cagliari cedere Nandez e Cragno potrebbe essere essere utile. Pensiamo a quando abbiamo dato via Barella: abbiamo ricavato un bel gruzzolo, che in seguito abbiamo re-investito per Nandez e Rog!».

CRAGNO – «È un portiere molto affidabile. Non è alto, ma riesce a fare comunque la differenza. Sotto porta ha riflessi da gatto. È una decisione che deve prendere lui”. Con le partenze di Godin e Rugani torna inoltre di attualità il tema legato alla necessità di acquistare dal mercato anche un centrale difensivo… “Ma infatti lo prenderanno sicuramente. Secondo me è negli obiettivi primari di Capozucca».

SIMEONE – «Anche qui vado controcorrente e dico che esiste un Simeone pre Covid, che ha segnato sei gol, e un Simeone post Covid. Gli darei un’altra chance».

FUTURO – «A me piace molto Fares, così come Simy. Vorrei inoltre sottolineare un aspetto. Nainggolan che, per rimanere, ha scelto di tagliarsi l’ingaggio. Un gesto davvero importante”. Allegri è tornato alla Juventus, Mourinho è approdato alla Roma, Spalletti al Napoli e Sarri alla Lazio: che tipo di campionato dobbiamo attenderci? “Secondo me sarà un campionato molto interessante e aperto a ogni risvolto. Mi spiace per Allegri..».