Spal-Cagliari 0-1, Simeone regala il ritorno alla vittoria

© foto www.imagephotoagency.it

Spal-Cagliari, 27ª giornata della Serie A 2019/20: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Finalmente vittoria. Il Cagliari acciuffa il successo a tempo scaduto e mette fine a un digiuno che pareva infinito. I 3 punti, arrivati dopo una prestazione opaca ma più convincente rispetto all’ultima uscita di Verona, sono figli dell’atteggiamento di Zenga e della squadra, che hanno cercato di conquistare il bottino pieno fino all’ultimo.

Nella prima frazione il ritmo della gara è andato salendo col passare dei minuti, fino a offrire un ultimo quarto d’ora piacevole. Il Cagliari con Joao Pedro ha tutt’altro aspetto, pur continuando a essere farraginoso in fase d’impostazione. La difesa contiene, senza troppi affanni, il gioco monotono della Spal, che si affida quasi unicamente al lavoro da boa di Petagna.

Nella seconda frazione il Cagliari corre e si sbatte, ma il bel gioco di inizio anno è solo un lontano ricordo. L’ingresso di Ragatzu dà notevole intensità a livello offensivo e i rossoblù, dopo aver temuto la beffa per mano dell’ex Cerri, trovano il gol vittoria con Simeone, bravo a sfruttare un cioccolatino servito da Joao Pedro.

CAGLIARINEWS24 È ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!


Spal-Cagliari, cronaca in diretta e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO: Nella seconda frazione il Cagliari corre e si sbatte, ma il bel gioco di inizio anno è solo un lontano ricordo. L’ingresso di Ragatzu dà notevole carica a livello offensivo e i rossoblù, dopo aver temuto la beffa per mano dell’ex Cerri, trova il gol vittoria con Simeone, che sfrutta un cioccolatino servito da Joao Pedro.

90+7′ – FINE SECONDO TEMPO. Il Cagliari, dopo 13 partite, ritorna finalmente alla vittoria grazie alla firma allo scadere del Cholito Simeone.

90+4′ – Debutto in casa Cagliari. Esce Joao Pedro, entra il classe 2001 Andrea Carboni.

90+3′ – GOL CAGLIARI! Letica salva sulla conclusione dalla distanza di Rog, Joao Pedro mette in mezzo e Simeone appoggia a porta sguarnita.

90′ – Abisso concede 5 minuti di recupero.

84′ – Occasione clamorosa per la Spal. Fares, dalla sinistra, mette una palla bassa e tesa dentro l’area, Cerri a botta sicura si vede negare il gol da un Olsen strepitoso, poi Petagna da buona posizione spara alle stelle.

82′ – Ancora una buona occasione non sfruttata dal Cagliari. Joao Pedro svetta sull’ottimo angolo di Lykogiannis, anticipa Letica ma non trova lo specchio della porta.

79′ – Ultima sostituzione per la Spal. Esce Strefezza, entra l’ex Cerri.

77′ – L’ingresso di Ragatzu ha dato nuova linfa al Cagliari: il quartese si libera dentro l’area, ma la sua conclusione si infrange sulla coscia di Reca.

76′ – Abisso estrae l’ennesimo cartellino giallo della gara. Questa volta il destinatario è Valdifiori, che ha steso Ragatzu.

73′ – Zenga vuole più spinta offensiva e passa al 4-3-1-2. In difesa Cacciatore e Lykogiannis sulle fasce, Walukiewicz e Klavan centrali. Sulla mediana Nandez, Rog e Birsa. In attacco Simeone e Joao Pedro con Ragatzu a fungere da collante tra i due reparti più avanzati.

72′ – Terzo e quarto cambio tra le fila cagliaritane. Entrano Cacciatore al posto di Pisacane e Ragatzu al posto di Mattiello.

67′ – Altro cooling break. Metà tempo alla fine della gara: il Cagliari si deve affidare a Joao Pedro e Nandez, i due uomini più in palla, se vuole portare a casa il bottino pieno.

66′ – Prime due sostituzioni per il Cagliari. Lykogiannis rileva Pellegrini, Birsa prende il posto di Ionita.

63′ – Altri due cambi per la Spal. Escono Sala, in preda ai crampi, e Valoti, entrano Reca e Fares.

60′ – La Spal sfrutta una leggerezza in impostazione di Walukiewicz, ma il sinistro di Petagna è facile preda di Olsen.

56′ – Doppio cambio nella Spal, coinvolti anche due ex rossoblù. Escono el Pata Castro e D’Alessandro, dentro Missiroli e Dabo: quest’ultimo si dispone da interno di centrocampo, con Valoti che si sposta nel ruolo di ala sinistra.

55′ – Gli isolani spingono sull’acceleratore. Simeone tenta la conclusione da fuori area, Letica blocca con sicurezza.

53′ – Ancora Cagliari in avanti. Nandez mette al centro dalla destra, Cionek anticipa l’inserimento di Pellegrini e si rifugia in angolo.

50′ – Buona occasione per i rossoblù. Mattiello crossa e pesca Pellegrini dentro l’area, ma la sua conclusione al volo sfila alla destra di Letica.

46′ – La Spal prova subito a mettere pressione ai rossoblù. Cionek tenta la conclusione dai 25 metri, Olsen blocca senza patemi.

20:37 – Al via il secondo tempo di Spal-Cagliari.

SINTESI PRIMO TEMPO: Prima frazione a reti bianche a Ferrara. Il ritmo della gara è andato salendo col passare dei minuti, fino a offrire un ultimo quarto d’ora piacevole. Il Cagliari con Joao Pedro ha tutt’altro aspetto, pur continuando a essere farraginoso in fase d’impostazione. La difesa ha contenuto, senza troppi affanni, il gioco monotono della Spal, che si affida quasi unicamente al lavoro da boa di Petagna.

45+4′ – FINE PRIMO TEMPO. Abisso fischia due volte e manda le squadre negli spogliatoi. Il primo tempo di Spal-Cagliari termina 0-0.

45+2′ – Occasione per la Spal. Solito lavoro di Petagna, che difende un lancio di Valdifiori e pesca Strefezza di sponda: il brasiliano conclude alto dal limite.

45′ – Abisso concede 4 minuti di recupero.

45′ – Quinta ammonizione della gara, seconda per la Spal: giallo per Bonifazi a causa di un intervento duro su Nandez.

43′ – Altro corner per il Cagliari, il sesto della gara.

38′ – Rog si aggiunge alla lista dei cattivi: Abisso lo ammonisce per un’entrata molto ruvida su Valoti.

37′ – Giallo anche per Nandez, che stende Strefezza per evitare la ripartenza.

36′ – Joao Pedro, in gran spolvero, prova a trascinare i rossoblù: è sua l’apertura per Mattiello, l’esterno crossa in mezzo ma la difesa ferrarese si rifugia ancora in corner.

34′ – La Spal prova, timidamente, a reagire. Valoti cerca la conclusione dalla distanza ma manca il bersaglio di svariati metri.

29′ – I rossoblù spingono e hanno altre due occasioni con Joao Pedro: il brasiliano, nel giro di due minuti, prima gira alto di testa, poi si libera alla grande in area ma colpisce un difensore con il sinistro.

27′ – Occasionissima Cagliari. Rog va direttamente in porta, la barriera si apre e Letica è costretto a un miracolo sulla linea di porta.

26′ – Punizione interessante per il Cagliari, dal limite dell’area sul lato corto. Joao Pedro punta Cionek e lo ipnotizza con tunnel, il difensore dei biancocelesti non può far altro che bloccarlo con le cattive.

23′ – Al Mazza il sole picchia fortissimo, e il ritmo gara ne risente. Abisso ferma il gioco per il cooling break e manda i giocatori a rinfrescarsi.

19′ – Cagliari pericoloso sulla destra. Mattiello fa secco Valoti, arriva sul fondo e mette un’ottima palla: provvidenziale la chiusura di Cionek, è corner.

17′ – Nandez ancora a terra in seguito a un contrasto deciso con Strefezza, avvenuto al limite dell’area rossoblù. L’uruguagio cerca di stringere i denti e mette in mostra tutto il suo carattere.

13′ – Subito pari il computo delle ammonizioni. Abisso toglie fuori il giallo ai danni di Ionita, reo di aver dato un pestone a Valdifiori.

11′ – Abisso estrae il primo giallo della gara: Strefezza entra in maniera scriteriata su Pisacane, ammonizione sacrosanta.

9′ – Il Cagliari si affaccia in avanti per la prima volta. Joao Pedro cambia lato con un lancio magistrale e pesca Mattiello che, tentando l’affondo, guadagna un corner.

4′ – Primo squillo per la Spal. Su calcio d’angolo, Vicari taglia sul primo palo e cerca il gran gol coordinandosi col tacco: la palla esce di un metro a lato.

1′ – Cagliari subito in apprensione. In uno scontro aereo Pisacane rifila, involontariamente, un pestone a Nandez, che ha bisogno di essere curato dello staff medico.

19.31 – Abisso fischia il calcio d’inizio, al Paolo Mazza è cominciata Spal-Cagliari. Ferraresi in classica divisa biancoazzurra a strisce verticali, Cagliari in completino totalmente verde.


Spal-Cagliari, formazioni ufficiali

SPAL (4-3-3): Letica; Cionek, Vicari, Bonifazi, Sala; Valoti, Valdifiori, Castro; D’Alessandro, Petagna, Strefezza. A disposizione: Meneghetti, Thiam, Fares, Felipe, Reca, Tomovic, Dabo, Murgia, Strefezza, Tunjov, Cerri, Floccari. Allenatore: Gigi Di Biagio.

In casa Spal pochi stravolgimenti rispetto alle previsioni. Debutto tra i pali per Letica a causa dell’infortunio di Berisha. Panchina per Fares a favore di Sala; completano la linea difensiva Cionek, Vicari e Bonifazi. Nella mediana solo un ex titolare: Castro dal primo minuto, insieme a Valoti e Valdifiori, mentre Missiroli parte fuori. Davanti la certezza Petagna, coadiuvato sugli esterni da Strefezza e D’Alessandro.

CAGLIARI (3-4-1-2): Olsen; Walukiewicz, Pisacane, Klavan; Mattiello, Nandez, Rog, Pellegrini; Ionita; Joao Pedro, Simeone. A disposizione: Rafael, Cragno, Cacciatore, Lykogiannis, Carboni, Birsa, Ladinetti, Lombardi, Paloschi, Ragatzu, Gagliano. Allenatore: Walter Zenga.

Alla fine Zenga ripropone la difesa a tre. Tra i pali Olsen, nella retroguardia confermato solo Pisacane: fuori Cacciatore e lo squalificato Ceppitelli, dentro Walukiewicz e Klavan. Sugli esterni Pellegrini e la novità Mattiello, in mezzo al campo Rog e Nandez con Ionita in posizione avanzata. Fondamentale ritorno di Joao Pedro, che compone il tandem d’attacco insieme a Simeone.


Pre-partita e probabili formazioni

In casa ferrarese Di Biagio deve fare a meno di Berisha, sicuro l’impiego di Letica fra i pali; a centrocampo spazio all’ex Lucas Castro. Diverse novità per Zenga rispetto a sabato, a partire dal rientro di Joao Pedro dopo la squalifica. Mancheranno invece (oltre agli infortunati PavolettiFaragòOliva NainggolanCeppitelli Cigarini fermati dal giudice sportivo. Birsa dovrebbe vestire gli inediti panni del regista seguendo una precisa teoria dell’allenatore, mentre a quel punto il raccordo con l’attacco potrebbe toccare a Nandez che al Bentegodi ha giocato molto avanti. Il modulo torna al passato anche per non concedere reparti in superiorità all’avversario.

SPAL (4-3-3): Letica; Cionek, Vicari, Bonifazi, Fares; Missiroli, Valdifiori, Castro; Valoti, Petagna, Strefezza. Allenatore: Gigi Di Biagio.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Mattiello, Pisacane, Walukiewicz, Pellegrini; Ionita, Birsa, Rog; Nandez; Joao Pedro, Simeone. Allenatore: Walter Zenga.


I precedenti del match

La storia della sfida tra le due compagini è povera di capitoli: appena 7 gli incroci di campionato, tra A e B. La prima partita risale al 3 aprile 1966, in massima serie: la Spal superò il Cagliari con un rotondo 3-0. Il primo punto isolano nella stagione successiva, grazie allo 0-0 strappato in trasferta. Nel 1967/68 una nuova affermazione dei padroni di casa, che si imposero per 1-0 grazie al gol di Brenna. Tra il 1976 ed il 1979 emiliani e sardi si incrociarono due volte in Serie B, ed entrambe le partite finirono 1-1. La prima – ed unica, sinora – vittoria rossoblù risale al settembre 2017, quando il Cagliari di Rastelli espugnò il Mazza grazie alle reti di Barella e Joao Pedro. L’ultimo incontro risale alla passata stagione, quando il Cagliari riuscì a pareggiare nel giro di 5′ il doppio svantaggio con le firme di Pavoletti e Ionita.

Partite giocate: 7 | Vittorie: 1 | Pareggi: 4 | Sconfitte: 2
Gol segnati: 6 | Gol subiti: 8


L’arbitro del match

Il match sarà diretto dal signor Rosario Abisso della sezione di Palermo. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Passeri e Baccini, mentre quarto ufficiale sarà Marinelli. In qualità di addetti al VAR sono stati designati Pairetto e Cecconi.

I PRECEDENTI – Sono nove i precedenti del signor Abisso con il Cagliari in Serie A, per un bilancio in perfetto equilibrio che fa registrare quattro vittorie rossoblù, un pareggio e quattro sconfitte. Due gli episodi relativi alla stagione in corso: la vittoria corsara in casa dell’Atalanta (2-0 grazie all’autorete di Pasalic e al gol di Oliva) e la sconfitta casalinga con il Milan. Cinque gli incroci della Spal con il fischietto siciliano: una vittoria, un pareggio e tre sconfitte.


Spal-Cagliari, diretta tv e streaming: dove vederla

Il match del Mazza rientra tra i sette match di giornata che verranno trasmessi da Sky. Le restanti tre partite del turno andranno in onda su DAZNclicca qui per abbonarti a DAZN. La sfida della Sardegna Arena sarà trasmessa in diretta tv su Sky Sport ed in pay-per-view su Now TV. La partita sarà visibile anche in streaming tramite la piattaforma Sky Go, disponibile per pc, smartphone e tablet.