Spadafora, via libera ai 1000 spettatori all’aperto

spadafora
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo mesi di titubanze, il ministro dello sport Spadafora dà il via libera alle competizioni all’aperto con mille partecipanti

Sono passati quasi sette mesi da quando il Coronavirus ha obbligato migliaia e migliaia di tifosi a rinunciare a vedere dal vivo le partite delle loro squadre del cuore per rispettare le norme del distanziamento sociale e quindi proteggere la propria salute e quella degli altri. Oggi, finalmente, dopo tanta attesa è arrivato l’annuncio che tutti aspettavano: il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora inizia, mattone dopo mattone, a ricostruire le basi della ripartenza e della normalità. Come? Dando il via alla libera alla partecipazione, a partire dalle semifinali degli Internazionali di tennis, di mille spettatori a tutte le competizioni sportive che si terranno all’aperto e che rispetteranno scrupolosamente le regole, con mascherine e prenotazione dei posti a sedere.

QUESTIONE STADI – L’annuncio della nuova norma, ovviamente, ha iniziato a far sognare tutti i tifosi e c’è chi, in attesa dell’ufficializzazione della decisione di Spadafora, abbia pensato che questa potesse essere una nuova svolta anche per gli stadi che per mesi hanno visto i loro spalti completamente vuoti. Alcune società vorrebbero sfruttare questa grandissima opportunità, altre invece preferiscono stare ancora sull’attenti e aspettare nuove disposizioni, scettiche sul comportamento che potrebbero adottare i propri seguaci. La scelta, però, potrebbe essere a discrezione dei singoli club.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!