Rischio Serie A a luglio, nodo contratti: il punto in casa Cagliari

© foto 01-03-2020 Calcio Serie A 2019/20, Cagliari, Sardegna Arena, Cagliari vs Roma. Foto Gianluca Zuddas per CagliariNews24.com. Nella foto: Nainggolan

Si fa sempre più alto il rischio, per la Serie A, di sforare a luglio. La questione più spinosa riguarda la scadenza dei contratti: il punto in casa Cagliari

Il calcio italiano si interroga su come ripartire. Nello specifico, il rischio è quello di sforare oltre il 30 giugno. Giorno in cui, come noto, si incrociano diversi nodi fondamentali dal punti di vista legislativo ed amministrativo: dalle scadenze dei contratti che legano i calciatori ai club a quelle dei prestiti, passando per la chiusura dei bilanci delle società. In questo senso, la FIGC auspica un aiuto dal governo: necessaria la proroga dei contratti dei calciatori se il campionato dovesse slittare a luglio. Ipotesi che appare di giorno in giorno sempre meno astratta e, paradossalmente, quasi auspicabile. Perchè la situazione del Paese è in peggioramento ed il timore che la stagione salti definitivamente aumenta tra le parti in causa. Ma le incognite relative alle date del ritorno sui campi si allargano inevitabilmente alle strategie da concordare, che ad oggi restano ipotetiche.

INCOGNITA PRESTITI – Nel caso del Cagliari, come scritto tempo fa, ci sono delle situazioni in pendenza che andranno risolte. Il club rossoblu, al di là dell’eventuale proroga dei contratti, deve ragionare sulla situazione di più di un tesserato. La squadra, ora in mano a Zenga, conta sei elementi in prestito (escludendo quelli con obbligo di riscatto): Olsen, Pellegrini, Mattiello, Nainggolan e Paloschi. Dopo il 30 giugno, ad oggi, farebbero tutti ritorno ai rispettivi club di appartenenza. Allo stesso modo, i rossoblu riaccoglieranno i vari Despodov, Bradaric, Caligara, Ceter. In ballo anche i prestiti su cui pende il diritto di riscatto (del Sassuolo per Romagna e del Genoa per Pajac) e soprattutto i prestiti condizionati come quello di Farias al Lecce (obbligo di riscatto in caso di salvezza). Ed è chiaro che, soprattutto in questi ultimi casi, la decisione sulle sorti del campionato avrà un peso particolarmente alto.

NODO SCADENZE – Più spinoso il tema relativo ai calciatori in scadenza. Giulini tempo fa disse che se ne sarebbe parlato più avanti. E, generalmente, tra febbraio e marzo si iniziano i discorsi sui rinnovi degli elementi in scadenza. In rossoblu attendono novità Rafael, Klavan, Cacciatore, Cigarini e Birsa. Tutti over 30 che dal prossimo primo luglio saranno svincolati. A meno di una proroga della scadenza dei contratti in vista di una Serie A insolitamente in campo a luglio. Ma, al di là dei discorsi sul campionato, il club deve iniziare a pensare (anche) alla grana scadenze-eventuali rinnovi.

Rischio Serie A a luglio, nodo contratti: il punto in casa Cagliari

PRESTITI: Olsen (Roma), Pellegrini (Juventus), Mattiello (Atalanta), Nainggolan (Inter), Paloschi (SPAL).
SCADENZE: Rafael, Klavan, Cacciatore, Cigarini, Birsa.