Serie A, dal 2016/17 parte la sperimentazione dei VAR

© foto www.imagephotoagency.it

L’Italia è la settima nazione inclusa dall’International Football Association Board nella sperimentazione dei Video Assistant Referees (VAR). A comunicarlo è la Lega Serie A tramite una nota apparsa sul sito ufficiale.

 

Il progetto sperimentale dei VAR, di durata biennale, partirà dalla stagione 2016/17 e consiste nell’inserimento di un assistente arbitro video, una nuova figura arbitrale che avrà accesso ai video replay durante le gare e – interpellato dall’arbitro – dovrà consigliargli tramite auricolare la decisione da prendere dopo aver rivisto l’azione. Il progetto prevede l’inserimento di una postazione televisiva a bordo campo riservata esclusivamente al VAR ed al team arbitrale.

 

Gli esperimenti saranno gestiti dall’IFAB con il sostegno della FIFA. Al termine del biennio, a seconda dei risultati raggiunti nelle nazioni incluse nella sperimentazione (oltre all’Italia, attualmente, rientrano nel progetto Australia, Brasile, Germania, Olanda, Portogallo e Stati Uniti), l’IFAB valuterà se approvare definitivamente l’introduzione dei VAR nel calcio.

Articolo precedente
Coppa Italia, parte oggi il terzo turno
Prossimo articolo
Cagliari, biglietti scontati in Coppa Italia per i tifosi che hanno assistito ai match estivi del Sant’Elia