Serie A, concluso il consiglio: la Lega punta sul 13 e sui diritti tv

serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Concluso il Consiglio della Lega Serie A: i club dettano le linee per l’incontro di giovedì col Ministro Spadafora. Si punta a ripartire il 13 con i recuperi

Si va verso l’incontro LegaGoverno in programma giovedì, dunque i club di Serie A si sono riuniti per concordare le linee da proporre al Ministro per lo Sport Spadafora. I temi sul tavolo sono ben noti, sullo sfondo della querelle che vede presidenti ed emittenti televisive impegnati in un braccio di ferro destinato a finire in tribunale per le mensilità del periodo di emergenza. Le società confermeranno la volontà di incassare il prezzo pieno senza fare sconti alle tv. I club spingeranno col Governo perché il campionato possa ripartire il 13 giugno con i recuperi (fra gli altri VeronaCagliari dunque) prevedendo comunque calendari alternativi e tratteggeranno l’ipotesi di piano B con la predisposizione di playoff. Venerdì nuovo Consiglio in programma per riferire gli esiti dell’incontro di giovedì.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

IL COMUNICATO – «Il Consiglio di Lega, riunitosi oggi pomeriggio, ha confermato ,”per quanto riguarda il rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi, la linea del rispetto dei contratti, in ottemperanza alle delibere assunte dall’Assemblea dello scorso 13 maggio. Ha, inoltre, analizzato le diverse ipotesi di calendario che consentano la disputa di tutte le restanti gare di Serie A TIM e di Coppa Italia e ha deciso, nelle more dell’incontro istituzionale che si terrà giovedì con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, di aggiornarsi su questo tema venerdì mattina».