Connettiti con noi

News

Semplici: «Meritavamo la vittoria ma non è ancora finita»

Roberta Lai

Pubblicato

su

Leonardo Semplici, tecnico del Cagliari, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo il match contro lo Spezia. Le sue parole

Leonardo Semplici, tecnico del Cagliari, ha parlato ai microfoni di Sky Sport dopo aver combattuto insieme alla sua squadra una partita dal ritmo elevato contro lo Spezia, non andata come si desiderava per continuare il percorso verso la salvezza con più tranquillità. Ecco le sue parole.

LA GARA – «La partita l’abbiamo fatta bene ma alla prima complicazione, alla prima indecisione ci siamo persi. Abbiamo avuto delle palle gol pazzesche, abbiamo preso il secondo gol ma nonostante tutto non ci siamo mai arresi. La squadra ha dato tutto, ha fatto un certo tipo di gara ma un certo tipo di errori in gare di questo tipo non ce li possiamo permettere».

RAMMARICO – «Sapevamo che lo Spezia avrebbe giocato con una linea alta, abbiamo sfruttato poco questo aspetto nel primo tempo in cui ai punti avremmo vinto noi. I punti così non contano, contano quelli finali. Non dovevamo perdere, non meritavamo ma dobbiamo andare avanti. Non erano i sette punti in una settimana che ci avevano fatto guarire. C’è ancora tanto da fare, andremmo a prendere i punti che ci servono per la salvezza».

PAVOLETTI – «Con i cambi, penso a Cerri affianco a Simeone e Pereiro, l’inerzia della gara è cambiata. Ci siamo resi pericolosi, ma non sufficientemente. Si poteva pareggiare prima, ma è inutile ora parlare con i se e con i ma. Bisogna sicuramente alternare gioco a terra e palle aeree».

CLASSIFICA – «Quando hai paura non ti proponi per giocare, la squadra invece ha fatto tanto. In difesa abbiamo fatto degli errori da evitare, bisogna essere più attenti ed equilibrati. La classifica è difficile ma quello che succederà dipende solo ed esclusivamente da noi. Su chi puntiamo? Vediamo partita dopo partita. Io la corsa la faccio sulla mia squadra. Quando sono arrivato l’obiettivo era portare fuori il Cagliari da questa situazione, dobbiamo tirare fuori i valori e tornare a essere una squadra spregiudicata».

 

 

Advertisement