Sassuolo-Cagliari 2-2, le pagelle: Ragatzu salva i rossoblu

cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Sassuolo-Cagliari, quindicesima giornata della Serie A 2019/20: le pagelle live della sfida del Mapei Stadium

Un brutto Cagliari riesce a strappare un punto al Mapei Stadium. Primo tempo horror per i rossoblu di Maran, che soffrono la superiorità numerica a centrocampo del Sassuolo e dopo il gol di Berardi non riescono a prendere le contromisure. In avvio di ripresa il gol di Joao Pedro riaccende le speranze e Ragatzu al 90′ trova un gol che vale un punto d’oro nonostante una prova complessiva in cui c’è poco da salvare. Le pagelle del match.

CRONACA E TABELLINO DI SASSUOLO-CAGLIARI

Sassuolo-Cagliari, le pagelle della sfida

SASSUOLO (4-2-3-1): Turati 5.5; Toljan 6.5, Marlon 6 (dal 46′ Peluso 6), Romagna 6, Kyriakopoulos 6; Magnanelli 6, Locatelli 6; Berardi 7 (dal 74′ Traorè 6.5), Djuricic 7 (dall’89’ Obiang sv), Boga 6.5; Caputo 6. A disposizione: Pegolo, Russo, Duncan, Muldur, Raspadori, Ferrari, Tripaldelli, Mazzitelli, Bourabia. Allenatore: De Zerbi 6.5.

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael 6; Cacciatore 6, Pisacane 6, Klavan 5.5, Pellegrini 4.5 (dal 46′ Lykogiannis 5); Nandez 6 (dal 78′ Ragatzu 6.5), Cigarini 5.5, Rog 5.5; Nainggolan 6; Joao Pedro 6, Simeone 5 (dal 46′ Cerri 6). A disposizione: Aresti, Ciocci; Faragò, Mattiello, Pinna, Walukiewicz; Deiola, Ioniță, Oliva; Ragatzu. Allenatore: Maran 5.

Sassuolo-Cagliari, le pagelle motivate dei rossoblu

RAFAEL 5.5: incolpevole sui due gol. Oltre a questi, quasi mai impegnato. Si contano due parate decisive su Caputo e Boga, entrambi però in offside.

CACCIATORE 6: chiude come può le sortite di Boga. Se la cava bene, anche grazie ai raddoppi di Nandez. Bene anche alcune diagonali.

PISACANE 6: provvidenziale nel primo tempo su Caputo, evita il raddoppio che poi arriva qualche minuto dopo. La difesa è particolarmente esposta agli attacchi dei quattro giocatori offensivi di De Zerbi.

KLAVAN 5.5: disastroso in avvio, poi si riprende leggermente. Nel secondo tempo migliora la sua prestazione facendo buona guardia al centro dell’area, compito facilitato anche dalla buona ripresa della squadra.

PELLEGRINI 4.5: qualche spunto offensivo degno di nota, ma la sua prova è macchiata negativamente dalla sofferenza negli uno contro uno con Berardi: l’esterno neroverde è in gran giornata e Pellegrini non riesce ad arginarlo in alcun modo. Dal 46′ LIKOGIANNIS 5: contiene leggermente meglio il Sassuolo a sinistra ma le sue sortite offensive sono da dimenticare. Il suo sfortunato tocco di braccio in area porta al rigore poi fallito da Berardi.

NANDEZ 6: cerca di dare il contributo in fase di non possesso, poco evidente l’apporto in possesso. Non riesce ad accorciare su Djuricic in occasione del 2-0. Nella ripresa sale di rendimento andando sistematicamente al raddoppio su Boga. Dal 78′ RAGATZU 6.5: si schiera largo a destra sulla linea dei trequartisti ma la palla ce l’ha sempre il Sassuolo ed il suo apporto risulta utile solo in fase difensiva. Al 90′, però, trova il gol del pareggio. Il suo gol in Serie A mancava da dopo oltre otto anni e mezzo. Eroe di giornata.

CIGARINI 5.5: nel primo tempo è il più in difficoltà dei tre centrocampisti in fase di non possesso. Il Sassuolo sfrutta al meglio la superiorità numerica tra le linee saltando sempre la pressione isolana. Meglio nella ripresa, dove i sardi compattano le linee.

ROG 5.5: Tanta grinta e corsa: cerca di tamponare le trame neroverdi. Pecca però nei raddoppi Berardi, lasciando il solo Pellegrini a difendere sulla sinistra. Il giallo rimediato lo costringerà a saltare per squalifica Cagliari-Lazio.

NAINGGOLAN 6: poco in evidenza, prova a sbloccare la gara più di una volta con conclusioni dalla distanza ma non è fortunato. Cerca di fare da collante, come sempre tra centrocampo ed attacco ma il folto centrocampo neroverde rende difficile il suo compito.

JOAO PEDRO 6: Poco in luce, mette la firma sul gol del 2-1 con un colpo di testa che beffa Turati. E tocca quota 10 gol in campionato: l’ultima a riuscirci dopo 15 giornate era stato Riva.

SIMEONE 5: servito poco e nulla, non riesce a tenere alta la squadra. Ha una sola vera occasione, ma dopo essere entrato in area ha calciato fuori. Si era comunque alzata, erroneamente, la bandierina dell’assistente. dal 46′ CERRI 5.5: è la prima punta boa, prova a tenere alta la squadra e giocare di sponda. Non ha occasioni per far male a Turati.

MARAN 5: Il suo Cagliari è quasi irriconoscibile: dopo il primo gol neroverde non riesce a trovare le contromisure e soffre particolarmente l’inferiorità numerica a centrocampo. Nella ripresa sceglie di sostituire un Pellegrini particolarmente in difficoltà contro Berardi. Nel finale tenta il tutto per tutto con un inedito 4-1-4-1 con Ragatzu, Nainggolan, Rog e Joao Pedro alle spalle di Cerri. Proprio l’attaccante sardo trova il gol del 2-2. Di buono c’è che ancora una volta il Cagliari dimostra di crederci sempre.