Maran: «Non ci accontentiamo del punticino. Farias? Al momento è un giocatore del Cagliari»

maran sassuolo-cagliari
© foto CagliariNews24.com

Rolando Maran anticipa i temi di Sassuolo-Cagliari: la conferenza stampa del tecnico rossoblù alla vigilia del match del Mapei Stadium

Il giorno prima di SassuoloCagliari spetta all’allenatore rossoblù tratteggiare la situazione in casa cagliaritana. Mister Maran si presenta nella sala stampa del centro sportivo di Assemini per chiarire con quale spirito la squadra si approcci all’impegno dopo il rocambolesco pareggio che ha segnato la ripresa del campionato una settimana fa. La sfida con i neroverdi è in programma domani alle ore 15 (QUI tutti le informazioni su come seguire il match). La conferenza inizia con il ricordo di Marco Cogoni, il giovane portiere 19enne scomparso in settimana in un incidente stradale: «Voglio mandare un messaggio di vicinanza alla famiglia di Marco Cogoni. Credo sia doveroso da parte mia e della società stringerci alla famiglia del ragazzo».

PARTITA E SINGOLI – «Abbiamo lavorato molto su quello che non ha funzionato la settimana scorsa. Siamo stati pignoli perché certi aspetti sono importanti. Abbiamo preso coscienza dei momenti della partita, ci abbiamo lavorato e ora dobbiamo far vedere sul campo i risultati. Non partono Castro, Klavan, Cerri, Sau e Andreolli. Birsa oggi ha qualche linea di febbre, vediamo come sta nelle prossime ore. Birsa si è calato subito in questa realtà, era avvantaggiato dagli anni trascorsi con me. Lui ha caratteristiche di fraseggio, si è visto la settimana scorsa e la squadra ne ha giovato con trame fluide. Bradaric e Cigarini? Ci sono momenti e condizioni di forma, io valuto continuamente tenendo conto di alti e bassi di ciascuno. Nelle mie scelte valuto i momenti dei singoli e cerco di mantenere anche le rivalità nei ruoli premiando chi in quel momento è in forma migliore».

MERCATO – «Oggi parliamo di una partita importante che ci aspetta, non voglio parlare di mercato. Alleno chi mi dimostra attenzione e dedizione in campo, queste cose le stanno mettendo tutti. Poi non conosco i pensieri extra campo, ma non mi riguardano. Farias? Oggi è un giocatore del Cagliari e tale lo considero. Dobbiamo abituarci al mercato che viaggia parallelo al campionato. Le cose nel calcio cambiano in fretta, noi allenatori non dobbiamo mai spostarci dal campo. Si guarda come si allenano i ragazzi, quello ti fa fare le scelte con serenità».

SASSUOLO – «La partita dell’andata è uno dei rimpianti più grandi della stagione, per un episodio ci sono sfuggiti i tre punti. Avevamo giocato bene contro un avversario costruito per arrivare in alto in classifica, peccato non averla vinta. Non c’è Boateng (trasferito in settimana al Barcellona, ndr), dite? Se volete vi elenco quelli che mancano a noi. La classifica dice che il Sassuolo ha cinque punti in più di noi. Come detto, loro hanno un gran potenziale: se siamo vicini vuol dire che abbiamo messo fieno in cascina pur perdendo qualche punto qua e là. Siamo stati bravi ad assorbire i momenti peggiori».

POCHE VITTORIE – «Abbiamo fatto poche vittorie fin qui, è anche vero che abbiamo perso poco. Non giochiamo mai per il punticino, per quello che abbiamo fatto avremmo dovuto avere qualche vittoria in più. Penso all’ultima con l’Empoli e proprio a quella dell’andata col Sassuolo. Qualche volta abbiamo sbagliato la partita, ma andando sempre a cercare di vincere. I numeri della classifica forse non rispecchiano appieno questa cosa, sta a noi cercare di cambiarli.Se avessimo tutti gli effettivi a disposizione si noterebbero meno i momenti di forma più opaca dei singoli, questo è naturale. Quando puoi scegliere con più varietà il livello si alza. In questo momento c’è chi stringe i denti e va in campo nonostante i dolori, è segno di attaccamento. Teniamo botta e facciamo girare le cose nel verso giusto».

OBIETTIVO – «Un buon risultato non cambia il nostro campionato. L’obiettivo è quello di salvarsi prima possibile e poi giocare senza ansie per divertirci e vedere dove arriviamo. Ovvio che però sarebbe gradito e darebbe una piega migliore alla stagione».

Articolo precedente
oliva cagliariCagliari, ecco Oliva: «Sono molto felice di essere qui» – VIDEO
Prossimo articolo
cagliari maran convocatiSassuolo-Cagliari, i convocati di Maran: torna Ceppitelli