Sampdoria-Cagliari, le pagelle dei rossoblù

pagelle
© foto CagliariNews24.com

Le pagelle dei rossoblù dopo Sampdoria-Cagliari, gara terminata 1-1 al “Ferraris” di Genova

Il Cagliari torna dalla trasferta di Marassi con un punto, ottenuto grazie all’1-1 contro la Sampdoria. Succede tutto nel primo tempo, con Quagliarella che risponde al vantaggio di Isla. Ecco le pagelle dei rossoblù:

Gabriel 6,5: Prima da titolare con la maglia del Cagliari per il portiere brasiliano. Ha poche colpe sul gol di Quagliarella dell’1-1, mentre nel finale di partita nega con una bella parata il gol allo stesso attaccante blucerchiato.

Padoin 5: Schierato terzino nella difesa a quattro di Rastelli, si fa saltare con troppa facilità da Muriel in occasione del gol dell’1-1 di Quagliarella. (Dall’82’ Ibarbo s.v.: Viviano gli regala il pallone del gol del 2-1 che lui effettivamente segna, ma la terna arbitrale annulla inspiegabilmente per un fuorigioco inesistente).

Pisacane 6: Torna a fare il difensore centrale e dimostra la sua affidabilità, riuscendo a contenere Muriel e Quagliarella.

Bruno Alves 6: Qualche errore in fase di possesso nel primo tempo, ma dirige la difesa con la solita personalità, allontanando ogni pericolo aereo.

Murru 6: Da un suo fallo laterale nasce il gol del momentaneo 1-0 del Cagliari. Si comporta bene in fase difensiva, anche se ritarda la diagonale sull’1-1 di Quagliarella, condizionato dalla deviazione di Pisacane.

Isla 6,5: Primo gol con la maglia del Cagliari per il cileno che sblocca la partita con un bel destro al volo. Conferma le sue buone prestazioni da esterno di centrocampo. Nel finale, con l’ingresso di Ibarbo al posto di Padoin, torna a fare il terzino destro.

Tachtsidis 5: Fatica a farsi vedere dai compagni per impostare l’azione. Ha la possibilità di rendersi pericoloso sulle palle inattive, ma è impreciso e non trova mai i compagni. (dal 65′ Di Gennaro 6: Il suo ingresso in campo permette al Cagliari di avere maggiore qualità in mezzo al campo).

Dessena 5,5: Si vede poco in entrambi le fasi di gioco. Cerca troppo spesso la giocata di prima intenzione che non è nelle sue corde.

Ionita 6: Prima da titolare dopo l’infortunio. La forma migliore deve ancora arrivare, ma mostra quanto sarebbe servito al Cagliari un giocatore delle sue caratteristiche nel girone d’andata mettendo in campo quantità e qualità.

Joao Pedro 6: Meglio nel secondo tempo che nel primo, il trequartista brasiliano crea tanto per i compagni che non riescono a finalizzare. Prezioso il suo lavoro in fase di non possesso.

Sau 5: Per tre volte ha la palla per riportare avanti i suoi, ma sia nel primo che nel secondo tempo centra in pieno Viviano da buona posizione. (dall’85’ Borriello s.v.: Il capocannoniere della squadra entra solo nei minuti finali per cercare la vittoria).

Rastelli 6: Alla vigilia aveva annunciato che la squadra si sarebbe comportata come in una partita casalinga e nonostante il 4-4-1-1 iniziale, l’atteggiamento è subito propositivo. Passano appena 6 minuti e Isla sblocca il risultato. La squadra è ben disposta in campo, ma per vincere la gara avrebbe potuto rischiare prima i cambi di Ibarbo e soprattutto di Borriello.