Sampdoria-Cagliari, le pagelle dei rossoblù

tabellino
© foto www.cagliarinews24.com

Le pagelle del Cagliari, eliminato in Coppa Italia dalla Sampdoria. A Marassi nel quarto turno eliminatorio finisce 3-0 per i blucerchiati dell’ex Giampaolo

Il Cagliari – con tanti giovani in campo – esce dalla Coppa Italia, perdendo 3-0 a Marassi contro la Sampdoria nel quarto turno eliminatorio. Decidono il gol di Alvarez nel primo tempo e la doppietta di Schick nella ripresa. Ecco le pagelle dei rossoblù:

Rafael 6,5: Incolpevole sul gol di Alvarez ad inizio gara. Miracoloso due volte su Budimir nel secondo tempo. Tiene in partita il Cagliari, ma non può nulla sui due gol di Schick.

Mastino 6: Buono l’esordio in rossoblù per il terzino destro della Primavera. Soffre le iniziative di Alvarez e Dodo sulla sua fascia, mentre contiene bene Budimir. Nella ripresa gioca cinque minuti sulla sinistra, prima di lasciare il posto a Vasco Oliveira. (dal 50’ Vasco Oliveira 6: Con il cambio di fascia di Dessena, Rastelli preferisce inserire un terzino sinistro di ruolo. Il portoghese classe 2000, nonostante la giovane età, mostra personalità, proponendosi in fase offensiva).

Salamon 5: Dovrebbe dare esperienza ad una retroguardia giovanissima e invece sul gol di Alvarez si fa mettere a sedere come un esordiente. Manca anche il suo solito supporto in fase di impostazione.

Briukhov 6: Esordio senza infamia e senza lode per il difensore ucraino, nonostante i due gol blucerchiati quando lui è in campo. (dal 76’ Biancu s.v.: Dopo la firma con il Cagliari fino al 2019, arriva finalmente anche l’esordio con i grandi. Ha giusto il tempo per mettersi in mostra con un’ottima palla per servire Serra in area di rigore).

Dessena 5: Non si trova a suo agio a giocare terzino sinistro. Nella ripresa Rastelli lo sposta a destra, ma non riesce comunque a dare il suo contributo. In un Cagliari imbottito di giovani, ci si aspettava un maggior apporto di esperienza da parte del capitano rossoblù.

Antonini Lui 6: Prestazione positiva per il brasiliano, anche lui all’esordio in prima squadra. Si fa vedere di più nel secondo tempo, dove prova anche a concludere a rete.

Munari 5,5: Come contro il Chievo, gioca nuovamente davanti alla difesa. Tocca qualche pallone in più, ma si conferma più un distruttore di metà campo che un playmaker. Nel finale si adatta a difensore centrale.

Barella 6: Il più esperto tra i tanti giovani rossoblù in campo oggi, offre una prestazione sufficiente nel ruolo di mezzala sinistra, mettendo dentro palloni interessanti e lottando in mezzo al campo.

Di Gennaro 5,5: Svaria su tutto il fronte d’attacco, senza mai rendersi realmente pericoloso. Tende a tenere troppo il pallone, ritardando la giocata giusta per servire i compagni. (dal 79’ Serra: Dall’incubo dell’infortunio al sogno dell’esordio in prima squadra. Poco più di dieci minuti per il trequartista della Primavera di Canzi che su un passaggio delizioso di Biancu avrebbe l’occasione anche per segnare).

Giannetti 5,5: Il più pericoloso dei suoi, ma anche il più impreciso. Ha più volte l’occasione di pareggiare la gara sull’1-0, senza riuscire a pungere. Resta ancora a secco in stagione. L’unico degli attaccanti del Cagliari a quota zero gol.

Melchiorri 5: A Marassi non si vede sicuramente il miglior Melchiorri. Sbaglia tanti, troppi palloni, sia quando cerca di crossare che quando prova a concludere a rete.

Rastelli 5: Tra infortuni e turnover, rivoluziona completamente la formazione imbottendola di tanti giovani della Primavera. Ne paga inevitabilmente le conseguenze da un punto di vista del risultato, anche se i giocatori maggiormente in difficoltà sono sembrati proprio i giocatori più esperti schierati dal tecnico.

Articolo precedente
tabellinoDiretta Live Sampdoria-Cagliari 3-0: passano i blucerchiati, sardi eliminati
Prossimo articolo
Palombo SampdoriaSampdoria, Palombo: «Contro il Cagliari non era facile, bella prova»