Riva: «Lo Scudetto è stato come un sogno, indimenticabile»

gigi riva
© foto CagliariNews24.com

A pochi giorni dal cinquantenario dello Scudetto, Gigi Riva ricorda le emozioni di un’impresa entrata nella storia del Cagliari

Fra pochi giorni saranno esattamente 50 anni, mezzo secolo esatto da quando l’arbitro fischiò tre volte mettendo fine a CagliariBari e consegnando ai rossoblù il titolo di Campioni d’Italia. Ai microfoni dell’Ansa è Gigi Riva a ricordare quegli istanti entrati nella storia: «È stato come un sogno, ci abbracciavamo tutti e ci riabbracciavamo. Eravamo una sola cosa, chi giocava e chi giocava di meno.Quando siamo scesi negli spogliatoi c’era Scopigno in lacrime. E il pubblico era in estasi. Io penso che nessuno di quelli che era lì quel giorno, possa mai dimenticarsi di quello che è successo in quella partita».

SEGUICI ANCHE SU INSTAGRAM!

Riva ricorda il trionfo andato al di là di ogni possibile pronostico o speranza: «Anche quando le cose stavano andando bene era un pensiero lontano dalla nostra immaginazione. Io ero solo un ragazzo che arrivava da Leggiuno, lontanissimo, per giocare in serie B. Siamo saliti in A, ma lo scudetto era qualcosa di impensabile. Non preventivato, nemmeno quando è iniziata la stagione che ci ha portato al primo posto. E invece lo scudetto è arrivato. Una soddisfazione immensa conquistata grazie al nostro carattere e al nostro temperamento. Un campionato che abbiamo meritato di vincere. Indimenticabile».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy