Riva: «Barella pronto per volare. Il Cagliari? Maran è preparato»

gigi riva
© foto CagliariNews24.com

Gigi Riva tra calcio del passato e presente: «Lo scudetto con il Cagliari un’opera d’arte. Barella? Quand’era bambino lo seguivo, anche di nascosto, a bordo campo»

Dopo un periodo «un po’ di affaticamento, non sono più un ragazzino»Gigi Riva sta meglio. Lo ha confermato rilasciando un’intervista a La Gazzetta dello Sport. Il simbolo dello scudetto del Cagliari, che lo scorso novembre ha compiuto 74 anni, ha fatto la spola tra il passato («Lo scudetto? Un’opera d’arte. E forse, se non mi fossi fatto male in Nazionale, ne avremmo potuto vincere altri due»ed il presente: «Barella è nato nella scuola calcio che porta il mio nome. Fin da bambino mostrava qualità e tecnica superiori alla media, aveva anche furbizia e voglia di emergere. Ricordo di averlo seguito, anche di nascosto, da bordo campo: mi aveva colpito per come calciava. Adesso è pronto per volare». Tanti gli argomenti toccati da Rombo di Tuono, dai giovani italiani in rampa di lancio all’approdo di Cristiano Ronaldo in Serie A.

🎥 Guarda il video: RIVA, LA LEGGENDA DEL ROMBO DI TUONO

IL CAGLIARI DI OGGI – Poi si torna sul Cagliari: «Pavoletti di testa è fortissimo, fa un lavoro enorme per la squadra. Ma non lo invidio: deve correre tanto, così si arriva anche poco lucidi in area. Ai miei tempi pensavo solo a farmi dare palla, poi cercavo la porta». Ed il Cagliari di Maran? «Può puntare ad una salvezza tranquilla. L’allenatore è serio e preparato, conosce la Serie A. I tifosi stiano tranquilli, se servono i risultati con Maran arrivano di sicuro».

Articolo precedente
nandez-cagliariNandez-Cagliari, il Boca Juniors lancia l’ultimatum
Prossimo articolo
Sassuolo, Boga: «Contro il Cagliari cercheremo di vincere»