Ripresa campionati, la Figc stabilisce il protocollo di sicurezza

cagliari ripresa serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Ripresa campionati, la Figc di concerto con la commissione medico scientifica traccia le linee guida. Prende forma il protocollo di sicurezza: il comunicato

Ripresa campionati, ancora non si parla di date ma l’intenzione netta delle istituzioni calcistiche è quella di far ripartire le competizioni. A tal fine la Figc ha dettato le linee di un protocollo di sicurezza studiato insieme agli esperti della commissione medico scientifica. Di fatto si tratta di indicazioni e prescrizioni volte a cercare di permettere la ripresa delle attività di allenamento in un ambiente nel quale sia certificata la negatività al Covid 19 dei partecipanti, dagli atleti agli staff.

IL COMUNICATO – Si legge nella nota della Figc: «In via preliminare, il lavoro della Commissione raccomanda il ritiro chiuso almeno per il primo periodo di allenamento (modello preparazione estiva), propedeutico alla piena ripresa dell’attività e con la sorveglianza del medico sociale e/o del medico di squadra. Il ritiro sarà preceduto da uno screening (72-96 ore prima di iniziare) a cui si dovrà sottoporre tutto il ‘gruppo squadra’. Tali indagini prevedono, oltre all’esecuzione del test molecolare rapido e del test sierologico (con la tipologia che sarà indicata dalle autorità competenti), un’anamnesi accurata, una visita clinica (valutazione degli eventuali sintomi e misurazione della temperatura corporea) ed esami strumentali e del sangue. Peraltro, su input della stessa FIGC che, per facilitare l’espletamento di tutte le procedure di screening e favorire una migliore organizzazione logistica, è previsto si possa prendere in considerazione la possibilità di consigliare una ripartenza a tre velocità: priorità alla Serie A, per poi proseguire con Serie B e Serie C».