Rastelli: «Vittoria frutto di personalità e coraggio, ora pensiamo alla Fiorentina»

© foto www.imagephotoagency.it

Massimo Rastelli ha conquistato la Serie A gradino per gradino e ora si trova nella parte sinistra della classifica e sulla bocca di tutti dopo il successo corsaro a casa dell’Inter. Il suo Cagliari è una neopromossa terribile, il tecnico campano si gode il momento ma cerca di tenere alta la concentrazione di gruppo e ambiente alla luce di un campionato in cui la priorità resta il raggiungimento della quota salvezza.
Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’allenatore rossoblù indica la rotta: «A San Siro abbiamo compiuto un’impresa, ma non abbiamo fatto ancora nulla. Ci mancano 27 punti prima di poter parlare. Con lo staff stiamo già visionando la Fiorentina».

 

La ricetta del trionfo a San Siro è chiara per Rastelli, che smorza sul nascere i rumors sul presunto malumore di Borriello per l’esclusione dall’undici iniziale: «Nessuno aveva battuto l’Inter in casa, averlo fatto in rimonta è frutto di personalità e coraggio. Borriello? Ha fatto buon viso a una scelta fatta per la squadra. È entrato col piglio giusto, dando un segnale importante».

Articolo precedente
Melchiorri, niente doppietta: la Lega ufficializza l’autogol di Handanovic
Prossimo articolo
Melchiorri, dalla malattia ai gol in Serie A: «Le difficoltà mi hanno reso più forte»