Rastelli e il dubbio in avanti: due per una maglia

Borriello
© foto www.cagliarinews24.com

A ventiquattro ore dal fischio d’inizio di CagliariFiorentina si va delineando una probabile formazione dei rossoblù nella quale solo una casella appare suscettibile di variazioni. Dopo la vittoria di San Siro e il recupero di condizione dei nazionali, mister Rastelli sembra infatti intenzionato a confermare la difesa delle ultime uscite, riportare Isla titolare e dare continuità a Tachtsidis e Di Gennaro come linea di regia. In attacco Sau ha la sua maglia già sulle spalle, mentre c’è da capire quali saranno gli sviluppi per l’altro posto disponibile in avanti.

 

Teoricamente l’occasione sarebbe ideale per far rientrare dal primo minuto Marco Borriello, che a Milano ha conosciuto la prima panchina della stagione pur entrando a gara in corso e facendo bene. L’attaccante però sta facendo i conti con un attacco febbrile che ieri ha convinto lo staff medico a lasciarlo a riposo: in queste ore si valuterà il decorso e se in condizione sarà lui ad affiancare Pattolino. 
Fa notizia che Federico Melchiorri, una doppietta e mezzo al Meazza, torni a sedersi in panchina; c’è però da ricordare che il marchigiano arriva da sei mesi di stop per l’infortunio al crociato, quella in casa dell’Inter è stata la prima vera partita intera dopo tante traversie. E’ normale che il ginocchio comporti ancora un po’ più tempo del solito per il recupero di condizione da partita a partita. Ecco che Melchiorri potrebbe alternarsi perfettamente al compagno giocando da titolare all’Olimpico fra quattro giorni.

Questione di condizione fisica e gestione delle risorse (per carità non chiamatelo turn over), Borriello si candida e Melchiorri scalpita. Senza dimenticare che il Cagliari ha anche un Niccolò Giannetti che suda e corre per farsi trovare pronto alla chiamata.

Articolo precedente
Cagliari, Capozucca: «Fiorentina temibile. Mati Fernandez? Siamo stati fortunati»
Prossimo articolo
Fiorentina, Bernardeschi: «Giochiamo da squadra, i risultati arriveranno»