I pagelloni del Cagliari 2017/18: Rastelli

cagliari rastelli
© foto www.imagephotoagency.it

Confermato (con qualche riserva) alla guida del Cagliari 2017/18, Massimo Rastelli è stato esonerato dopo otto giornate: una decisione figlia dei risultati del campo ma non solo

E’ durata appena otto giornate l’avventura nel Cagliari 2017/18 di Massimo Rastelli. Il tecnico campano, confermato dopo aver centrato con ampio anticipo la salvezza alla sua prima esperienza in Serie A, è stato esonerato dopo la quarta sconfitta consecutiva contro il Genoa. Decisive, nella decisione del club di Giulini, le sconfitte precedenti inanellate contro Sassuolo, Chievo e Napoli. Un punto che forse non si sarebbe neanche dovuto raggiungere: la conferma del tecnico all’alba della nuova stagione appariva quanto meno forzata e parte della tifoseria non è mai riuscita ad apprezzare pienamente l’allenatore che ha riportato i sardi in massima serie.

Ma non c’è solo questo: un segnale (forte) di non piena fiducia fu dato dall’ampliamento dello staff tecnico deciso dal Cagliari, con l’ingresso di ulteriori uomini nel gruppo guidato da Rastelli. Un cambiamento che già allora aveva il retrogusto di delegittimazione per il tecnico. Le sei sconfitte in otto partite, di cui però tre contro Juventus, Milan e Napoli, hanno un peso specifico minore di quanto si possa pensare nell’esonero di un allenatore che non ha mai convinto a pieno la piazza. Diventa difficile giudicare l’operato dell’ex mister rossoblù, esonerato dopo appena 8 giornate di campionato. Nello stralcio di stagione in cui ha guidato i sardi, oltre ai risultati della squadra, pesano tanto alcune decisioni (o, meglio, alcune mancate prese di posizione) nel precampionato in merito a staff e mosse di calciomercato.

VOTO: 5,5

Articolo precedente
maran chievoCagliari, per la panchina Maran favorito su Juric
Prossimo articolo
compleannoCompleanno Cagliari, gli auguri di Pavoletti: «Qui mi sento a casa»