Rastelli: «Faragò e Bisoli i nomi giusti. Storari? Non potevo garantirgli il posto»

rastelli cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Massimo Rastelli, tra passato, presente e futuro del Cagliari. Il tecnico rossoblù ha parlato a 360° nell’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport

Il momento nero di Massimo Rastelli sulla panchina del Cagliari sembra passato. Dal rischio esonero di dicembre all’ultima vittoria per 4-1 contro il Genoa al Sant’Elia. Il tecnico rossoblù, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha parlato di presente ma soprattutto di futuro: «Il lavoro paga. Nei passaggi difficili ho avuto il supporto del presidente Giulini e il confronto proficuo con il vice Filucchi e il direttore Capozucca. Tutto fondamentale per ripartire, anche le frizioni servono a crescere».

STORARI E MERCATO – Chi invece ha lasciato dopo il periodo negativo di dicembre è stato l’ex vice-capitano Marco Storari: «Una valutazione tecnica concordata col club. Non potevo garantirgli il posto e non l’ha accettato. Ma il discorso è globale: ho chiesto di ringiovanire la rosa. Capozucca si muove già su obiettivi in prospettiva. Faragò e Bisoli gli uomini giusti? Sì. Serve un terzino sinistro e uno o due centrocampisti di gamba e qualità. E domani Ionita torna in campo: ci è mancato molto in questo periodo».

VERO CAGLIARI – «Il vero Cagliari lo vedremo d’ora in avanti – avvisa RastelliMi aspetto tanto da Joao Pedro, Barella e Murru. E mi auguro che Borriello continui a segnare. Isla è una risorsa immensa e Dessena migliora di gara in gara. Crotone, Pescara e Palermo spacciate? No, ci sono più di 50 punti in palio, non è chiusa».

Articolo precedente
deiolaCalciomercato Cagliari, tutto pronto per il rientro di Deiola
Prossimo articolo
BorrielloAg. Borriello: «Marco tra i più forti in Italia, merita la Nazionale»