Ragatzu: «Sono carico. Voglio aiutare questo gruppo»

© foto www.imagephotoagency.it

Per il fantasista quartese Daniele Ragatzu è arrivato il momento di rivestire la maglia bianca dell’Olbia. Manca ancora l’ufficialità

È arrivato il momento di iniziare o meglio riprendere una nuova avventura. Manca ancora l’ufficialità ma Daniele Ragatzu, che ha firmato un contratto fino a giugno, è pronto per indossare ancora una volta la maglia bianca dell’Olbia, la squadra che gli permetterà di rilanciarsi, di riprendere a giocare dopo un periodo di stop. Ecco le parole del fantasista quartese classe 1991: «Sono carico, non vedo l’ora di aggregarmi al gruppo, di ricominciare a giocare e di aiutare la squadra».

NIENTE RAMMARICO – Nonostante una stagione in cui nel Cagliari non ha trovato né lo spazio né il momento giusto per poter brillare, nonostante il suo contributo sia stato fondamentale in diverse occasioni, Daniele Ragatzu non nutre nessun rammarico nei confronti del club di Tommaso Giulini«Non provo amarezza. Il Cagliari mi ha dato una chance e io ho fatto quel che dovevo, sarò sempre riconoscente». La carriera dell’attaccante sardo avrebbe potuto proseguire anche in Serie C, con le offerte del Modena e dell’Arezzo ma, alla fine, la Lega Pro e Olbia si sono configurate come l’opzione ideale per lui. Lì avrà l’occasione di mostrare, ancora una volta, le sue qualità e potenzialità e chissà che poi a fine contratto non arrivi una chiamata da parte della Serie B.

UN TRAMPOLINO DI (RI)LANCIO – Daniele saluta il Cagliari per riabbracciare la squadra gallurese dove ha giocato per tre stagioni, dal 2016 al 2019, diventando un punto di riferimento per l’intera compagine. A 29 anni, per Ragatzu è arrivato il momento di rifiorire, cambiare senza snaturarsi, mostrando quello che ha sempre saputo fare bene: «È un trampolino di lancio. Per me giocare nell’Olbia ha sempre avuto un significato particolare. Sono legato a queste maglia».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!