Pisacane presenta il suo libro: «Il mio un messaggio di speranza»

pisacane
© foto www.cagliarinews24.com

Presentato a Napoli il libro “La favol…A di Fabio Pisacane”. La biografia, edita da Graus Editore, è stata curata da Antonio Martone

Fabio Pisacane ha scelto la seconda sede della Municipalità di Napoli per presentare la sua biografia. Edita dalla Graus Editore, “La favol…A di Fabio Pisacane” è stata curata dal giornalista campano Antonio Martone. Intervistato da Il Mattino Tv, il difensore del Cagliari ha raccontato il messaggio della sua biografia: «L’idea di scrivere questo libro è venuta all’autore e all’editore, l’ho fatto per lanciare un messaggio a chi si abbatte alle prime difficoltà. Inoltre mi è piaciuta l’idea di portare il libro nelle scuole di formazione e nelle scuole calcio. Se ce l’ho fatta io, ce la può fare chiunque. Io ho fatto tanta gavetta, nella mia carriera ho superato tanti ostacoli grazie alla forza di volontà. Solo così ho potuto coronare il grande sogno che nutrivo fin da bambino. Forse il momento più difficile è stato quando mi sono rotto il crociato. Giocavo con la Ternana in B e avevo da poco superato la tempesta del calcioscommesse. Pensavo che finalmente stesse uscendo il sole, quello stop fu una mazzata tremenda, soprattutto a livello psicologico. Ma non mi sono arreso neanche in quell’occasione. L’anno dopo ho sposato il progetto dell’Avellino, neopromosso nel campionato cadetto. Lì è iniziato il cammino che mi ha portato, a trent’anni, ad esordire in Serie A».

LEGAME CON NAPOLI – Poche settimane fa Pisacane, nato e cresciuto a Napoli, ha affrontato da avversario gli azzurri di Sarri. «Ma – precisa il terzino classe ’86 – è stata una partita come le altre. Non ho mai giocato nel Napoli, mi sono affermato calcisticamente lontano dalla mia città. Inoltre sono un simpatizzante del Boca Juniors. Naturalmente sono cittadino napoletano e tengo alla mia terra».

CAGLIARI, COMPATTEZZA RITROVATA – Il numero 19 rossoblù ha infine analizzato le recenti prestazioni del Cagliari, superato ieri all’Olimpico dalla Roma: «Polemiche per la gara coi giallorossi? Non mi piace parlare degli arbitri, il loro è un ruolo delicato. Dopo la sosta abbiamo invertito la rotta. Usciamo dall’Olimpico con tante certezze a livello difensivo».