Pescara, Zeman: «Non voglio finire la stagione all’ultimo posto»

zeman
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico ha analizzato la sconfitta degli abruzzesi contro la Roma. Ormai retrocesso in Serie B, il Pescara vuole chiudere il campionato in crescendo

Ieri il Pescara ha salutato aritmeticamente la Serie A. Superati all’Adriatico dalla Roma, gli abruzzesi – prossimi avversari del Cagliari – sono chiamati a onorare il finale di stagione. Parola di Zdnek Zeman, che non vuole chiudere il campionato all’ultimo posto. «Prima di pensare al prossimo campionato – esordisce il boemo al termine della partita in sala stampa – dobbiamo finire questa stagione nel miglior modo possibile. Il nostro obiettivo dev’essere quello di superare perlomeno una squadra. Non vogliamo finire la stagione all’ultimo posto, ci dobbiamo impegnare per evitarlo». Il tecnico dei biancazzurri ha poi analizzato la débâcle del Monday Night, l’undicesima in stagione tra le mura amiche. «Contro la Roma – continua Zeman – i ragazzi hanno giocato con la giusta mentalità: abbiamo costruito più occasioni da gol oggi (ieri, ndr) che nelle precedenti sei gare. La fase difensiva? Purtroppo abbiamo subito tre gol in contropiede. Di solito i giallorossi affrontato squadre chiuse, noi invece abbiamo giocato a viso aperto».
FUTURO PESCARA – Le prossime settimane saranno importanti in casa Pescara. Zeman&Co valuteranno quali giocatori confermare in vista del campionato cadetto e quali invece salutare. «Sono tornato a Pescara con la speranza di dare alla squadra idee di gioco e una certa mentalità, ma per lungo tempo non ci sono riuscito. A questa squadra mancano finalizzatori. In Serie B Lapadula ha segnato 28 reti, oggi invece non abbiamo un Gilardino sano. Da quando è arrivato qui ha giocato appena cinque minuti e poi si è infortunato. Se supera i problemi fisici è un giocatore importante. Una sua permanenza in B? Se ne può parlare, ma dipende anche dal ragazzo», la conclusione di Zeman.