Connettiti con noi

Ex Rossoblù

Pederzoli: «Cagliari? Tornare sarà come riaprire il cassetto dei ricordi: mi basterà…»

Pubblicato

su

Le parole dell’ex direttore sportivo del Cagliari Mauro Pederzoli, ora al Parma, prossimo avversario dei rossoblù

Mauro Pederzoli è l’attuale direttore sportivo del Parma. Il dirigente classe ’61, originario di Brescia, ha accumulato un curriculum niente male, lavorando in squadre come il Brescia, il Liverpool, il Torino, le giovanili del Milan e, soprattutto, il Cagliari per poi approdare oggigiorno nella compagine ducale. Pederzoli tornerà questo weekend nella città sarda, da avversario. Il ds del Parma ha parlato presso i microfoni de L’Unione Sarda con una lunga intervista dove si è parlato anche dei numerosi ricordi al Cagliari. Ecco le dichiarazioni di Pederzoli.

RICORDI – «Tornare sarà come aprire il cassetto dei ricordi. E di ricordi, personali e sportivi, ne ho un milione. Mi basterà rivedere la città dall’alto…».

PASSATO – «Gara come le altre? No, evidentemente no. Non può esserlo. Sono stato ds del Cagliari per due stagioni e mezzo, alla squadra e alla città mi legano ricordi bellissimi. Io e la mia famiglia siamo stati benissimo, così bene che, quando sono andato a lavorare al Liverpool, mia moglie e i miei figli sono rimasti a vivere lì».

RICORDI – «Penso prima di tutto ai ricordi sportivi. Come la stagione della salvezza, ma soprattutto la precedente, la promozione in Serie A. Una stagione fantastica, anche emotivamente: ricordo le prime partite giocate a Tempio, poi il cambio di allenatore, la grande cavalcata fino alla promozione al primo posto insieme al Palermo. A ripensarci, sono ancora oggi sensazioni bellissime».

LEGAMI – «Tanti. Penso a Zola, Reja, ma anche altri giocatori come Albino, Esposito, Suazo. Ogni volta che ci incontriamo, è impossibile non ricordare quelle stagioni».

ZOLA – «Sì. Abbiamo iniziato a conoscerci durante la trattativa per il suo arrivo dal Chelsea. Tra noi è nato un rapporto molto intenso. Ci ha dato una mano fondamentale per la promozione e poi, in A, nonostante l’età, ha messo in campo l’orgoglio e la classe del grande campione».

PARMA – «Stiamo facendo un percorso iniziato lo scorso anno, è normale che ci possano essere alti e bassi, mettiamo nel conto anche una sconfitta come quella col Modena. Ma stiamo lavorando per creare un’identità, un senso d’unione anche con i nostri tifosi, che meritano tantissimo».

SCORIE – «Attenzione, le statistiche ricordano che negli ultimi anni solo una squadra, il Verona, ha saputo risalire subito. In Italia la retrocessione è vissuta come un dramma, difficile scrollarsela di dosso. E anche il Cagliari, probabilmente, sta trovando difficoltà a smaltire le scorie dello scorso anno».

CARTE IN REGOLA – «Parma costruito per vincere? È il gioco delle parti. Lo è anche il Cagliari, squadra importante che rappresenta un intero popolo, una squadra forte che ha tutte le carte in regola per giocarsi la promozione».

ALTA QUOTA – «Sono difficoltà che hanno avuto tutti, in Serie B. Ma non c’è nulla di compromesso, il Cagliari è destinato a stare in alto».

ANCORA PARMA – «Noi stiamo ricominciando, pensando partita dopo partita. A iniziare da sabato». 

Cagliari News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 50 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 – PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Cagliari Calcio S.p.A. Il marchio Cagliari Calcio è di esclusiva proprietà di Cagliari Calcio S.p.A.