Pavoletti, odore di Nazionale. L’agente: «Non deluderebbe»

pavoletti cagliari
© foto CagliariNews24.com

L’attaccante del Cagliari Leonardo Pavoletti potrebbe essere presto convocato in Nazionale da Mancini in vista dei prossimi impegni azzurri

In questo inizio di stagione Leonardo Pavoletti si è messo in luce a suon di gol e prestazioni. A Torino solo Szczesny e Benatia hanno impedito al centravanti del Cagliari di segnare, eletto comunque mvp rossoblù dai nostri lettori. Tra gli italiani in Serie A, solo Immobile e Insigne hanno fatto meglio di lui, rispettivamente con 8 e 7 gol a testa. Pavoloso è andato in rete 5 volte in 10 partite (come Caputo, ma in 11 presenze), 7 considerano anche la Coppa Italia contro il Palermo. Inutile dire poi che di testa non ha eguali: con 4 centri è il migliore di tutta Europa.

NAZIONALE – Anche per questo il ct dell’Italia Roberto Mancini sta seriamente prendendo in considerazione l’idea di convocarlo per i prossimi impegni contro Portogallo (Nations League) e Stati Uniti (amichevole). Nelle precedenti sfide, che hanno visto l’esordio e l’affermazione di Barella in azzurro, il tecnico si è affidato ad un 4-3-3 senza un vero centravanti, schierando il tridente leggero composto da Insigne, Bernardeschi e Chiesa. Contro la Polonia, però, sono serviti i centimetri di Lasagna per creare qualche pericolo in più e vincere la partita all’ultimo minuto. Ecco perché Pavoletti potrebbe essere l’uomo giusto e ha tutto il diritto di aspettarsi una chiamata.

GLI ALTRI ATTACCANTI – La concorrenza per il 30 del Cagliari è spietata. Immobile – autore di una doppietta domenica – sembra essersi ripreso, dopo aver passato 90′ in panchina nell’ultima gara dell’Italia. Belotti è tornato al gol, segnandone addirittura due a Genova contro la Samp. Cutrone sta trovando minuti e spazio dall’inizio nel Milan, accanto a Higuain. Infine Balotelli, escluso ad ottobre, sta finalmente giocando con il Nizza, ma non ha ancora trovato la rete. C’è poi un Bernardeschi, schierato falso nueve contro Ucraina e Polonia, che non è al meglio e un Lasagna non proprio brillantissimo in queste prime giornate (appena 2 gol segnati). La Gazzetta dello Sport inserisce il nome di Pavoletti tra i possibili sostituti per il reparto avanzato, ma non è da escludere che riesca a scalare le gerarchie e partire domenica per Coverciano insieme a Cragno e Barella.

L’AGENTE – Giovanni Branchini, procuratore di Pavoletti, ha espresso un suo pensiero sulla possibile convocazione del centravanti rossoblù in Nazionale: «Mancini ha preso in mano un gruppo da costruire e ha fatto delle verifiche su giocatori che conosceva meno. Mi auguro che anche Pavoletti possa rientrare tra questi. In questi anni ha espresso qualità particolari: è un centravanti classico. Poi dipende da cosa cerca un allenatore e dalle sue esigenze tattiche. Personalmente mi farebbe molto piacere che gli venisse data un’opportunità. Ha fatto tutta la gavetta, è cresciuto gradualmente e sta ancora migliorando. Oggi ha raggiunto una maturazione per cui non sarebbe una bestemmia vederlo in azzurro. Non deluderebbe».

Articolo precedente
Empoli, Iachini sostituisce Andreazzoli
Prossimo articolo
roma spalSpal-Cagliari, Everton Luiz squalificato