Pavoletti: «A Cagliari sto benissimo. Nazionale? Sognare non costa nulla»

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un inizio in salita, Leonardo Pavoletti ha trovato continuità: «Bel progetto societario e la piazza è calda come piace a me I gol di testa? In realtà non è la mia specialità»

Tre gol nelle ultime quattro partite, otto in totale. Leonardo Pavoletti prova ad entrare nel cuore dei tifosi dopo un periodo di ambientamento: «A Cagliari sto benissimo: c’è un bel progetto societario e la piazza è calda come piace a me», ha spiegato nel corso di un’intervista al Corriere dello Sport. La punta rossoblù, come riporta il Cagliari Calcio, ha poi proseguito: «Sono arrivato con gioia e grande voglia, ma fisicamente non ero il vero Pavoletti, ora va tutto per il meglio. Il numero di gol fa piacere, ma è più importante farli nelle partite giuste: contro certe squadre e in particolari momenti della stagione valgono doppio. Per esempio, quello di Benevento è stato un gol pesante».

PAVOLETTI – Sette gol di testa su otto, miglior marcatore di testa del campionato, Pavoletti spiega: «Un primato che mi fa sorridere, non è la mia specialità. Io sono bravo a fare gol di prima, a concludere subito per battere sul tempo il portiereUn calciatore deve sempre cercare di superare i suoi precedenti traguardi, penso alla stagione di Genova quando sono arrivato a quota quattordici. Nazionale? Sappiamo tutti bene che le convocazioni passano per il campionato che fai. Un attaccante a trent’anni è nel pieno della maturità, per cui dico: perché no? Sognare non costa nulla». Chiusura sul prosieguo di campionato: «Abbiamo tre partite fondamentali, ma dobbiamo pensarne una alla volta. Se, però, riuscissimo a centrare un risultato positivo contro il Torino, tutto diventerebbe più facile».

Articolo precedente
lykogiannis cagliariRossoblù in nazionale: Grecia sconfitta dalla Svizzera
Prossimo articolo
cagliariCagliari, mattinata di allenamento ad Assemini