Passetti sulle misure anti-razzismo: «Frutto di un lavoro durato mesi»

passetti
© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Il direttore generale del Cagliari Mario Passetti commenta il “daspo” a vita deciso dal club per tre persone ree di comportamenti discriminatori. Spazio anche alla sfida col Napoli

Il Cagliari Calcio si muove attivamente nella lotta al razzismo e ai comportamenti discriminatori all’interno degli stadi, ieri la notizia del divieto perenne di entrare alla Sardegna Arena per tre persone. Ai microfoni di Sky il direttore generale rossoblù Mario Passetti precisa il pensiero del club: «Oggi non si festeggia una vittoria, questo va sottolineato. La nostra decisione è frutto di un lavoro di mesi che corrisponde al nostro codice di regolamentazione ma soprattutto ai valori dei nostri tifosi e della nostra terra, oltre che a quelli del club. Un’opera importante e coraggiosa svolta dagli steward e da tutto il sistema di sicurezza che nel corso di alcune partite ha evidenziato dei comportamenti che riteniamo non consoni né coerenti coi nostri principi. Quindi abbiamo provveduto ad individuare i responsabili con delle prove oggettive e inconfutabili».

CAGLIARI-NAPOLI – Il dg Passetti tocca anche il tema sportivo alla vigilia di un match fra i più sentiti della stagione per i tifosi: «Questa partita arriva nel momento giusto per noi, ci porta ad avere un livello di concentrazione altissimo. Il Napoli è una grande squadra, per tutti noi questa è una partita importante e sentita. Riteniamo che i punti in classifica rispecchino il lavoro effettuato durante la settimana: abbiamo voglia di dimostrare la compattezza del nostro gruppo che vediamo lavorare ogni giorno con entusiasmo sotto la guida del nostro staff tecnico».