Caso Muntari, Filucchi: «La tifoseria di Cagliari non è razzista»

© foto www.cagliarinews24.com

Il vicepresidente del Cagliari Stefano Filucchi ha parlato nella mixed zone del Sant’Elia al termine dell’incontro tra Cagliari e Pescara

Il caso Muntari ha fatto ed è destinato a far discutere. Il centrocampista ghanese, nei minuti finali di Cagliari-Pescara, ha abbandonato volontariamente il campo dopo le proteste con l’arbitro per aver sentito cori razzisti provenire dagli spalti. Nella mixed zone del Sant’Elia ha parlato al termine del match Stefano Filucchi, vicepresidente del Cagliari Calcio, per riportare anche la versione della società di casa in merito all’accaduto: «Abbiamo visto questo alterco tra Muntari – che conosco bene dai tempi dell’Inter – e l’arbitro. Noi non abbiamo percepito niente, c’è un arbitro addizionale a due metri dalla curva. Se poi isolatamente ha avuto un battibecco con dei nostri tifosi, ma sicuramente si tratta di uno scontro verbale con qualcuno perché noi di cori non ne abbiamo sentiti e credo nemmeno l’arbitro addizionale. Riteniamo che la tifoseria cagliaritana non sia razzista, lo dimostra la rosa e i precedenti. Provvedimenti? Nessuno, non abbiamo sentito nulla, fino a prova contraria, né di interventi dell’arbitro. Ci sono delle norme che in questi casi vengono applicate. Il problema mi pare di capire sia stato l’alterco con qualcuno della curva e poi in successiva con l’arbitro».

Dichiarazioni riportate dal nostro direttore Sergio Cadeddu