Marco Silvestri – I pagelloni di CagliariNews24

© foto www.imagephotoagency.it

Quando parliamo di Marco Silvestri, parliamo di quello che potrebbe rappresentare il futuro per la difesa della porta rossoblù. Inizialmente è stato visto come oggetto misterioso, la classica pedina di scambio arrivata a Cagliari nell’affare che ha sancito il divorzio tra la società rossoblù e Michael Agazzi, volato a Verona, sponda Chievo, proprio dai campi in cui è cresciuto Silvestri dal 2010.
La sua avventura comincia ufficialmente a fine gennaio, ma per vederlo all’opera si è dovuto aspettare fino a Cagliari-Parma (1-0), la gara che ha decretato la salvezza matematica del Cagliari, mica una gara qualunque. Una partita difficile dove il giovane portiere, classe ’91, ha contribuito alla conquista dei tre punti con alcuni interventi di alto livello. Uno su tutti la parata sul colpo di testa di Amauri negli ultimi istanti del match.
Nella partita successiva, al San Paolo di Napoli, Pulga decide di dargli fiducia e lo schiera in porta contro i partenopei. Il portiere subisce l’influenza della poca coesione dei rossoblù e la sua partita finisce con un cartellino rosso e con un calcio di rigore che Hamsik fallisce. Un cartellino pesante che non gli permette di disputare la partita contro il Chievo al Sant’Elia, dove in campo sarebbe andato in scena il risultato dell’operazione di mercato tra le due società.
Il portiere emiliano torna in campo per l’ultima sfida di campionato contro la Juve dei record targata Antonio Conte. La forza dei bianconeri annulla il Cagliari già nel primo tempo, dove Silvestri non riesce a bloccare la maledetta, di nome e di fatto, di Andrea Pirlo. Nel raddoppio di Llorente e nella prodezza di Marchisio nulla può nonostante qualche intervento che ha evitato la goleada bianconera.

Ora la palla torna alle due società, meglio dire al Cagliari. Prima del passaggio di società, sancito durante la notte in terra americana, Salerno stava lavorando all’acquisto del portiere del Chievo Verona. Per quello che ha fatto vedere fino ad ora Silvestri merita la conferma. Dopo il breve capitolo Adan, quello di Silvestri può rappresentare il reale futuro per la porta del Cagliari. Un ruolo che ha visto emergere negli ultimi anni portieri che hanno poi difeso la porta di squadre importanti. Vedi Agazzi, già arrivato a Milanello per la prossima stagione. Se poi ad affiancare Silvestri c’è uno come Avramov allora i margini di crescita non possono che aumentare.

VOTO 6,5

Articolo precedente
Vecino resta a Cagliari, il ds Salerno: «Raggiunto accordo con la Fiorentina»
Prossimo articolo
Sant’Elia, lo spettro di un altro esilio. La CPV non dà l’ufficialità