Cagliari, Maran: «Roma forte, noi dobbiamo mantenere la nostra identità»

Maran conferenza Asseminello
© foto 31-08-2019 Assemini, Calcio Serie A 2019/20, Asseminello, vigilia Cagliari vs Inter. Foto Gianluca Zuddas per Cagliarinews24.com. Nella foto: Maran

Domani il Cagliari sarà ospite della Roma all’Olimpico per la settima giornata di Serie A. In mattinata Rolando Maran ha tenuto la conferenza stampa della vigilia: le sue parole

Vigilia di Roma-Cagliari. Prima della partenza dei rossoblu per la capitale, il tecnico Rolando Maran ha incontrato i media presso la sala stampa del centro sportivo di Asseminello. I sardi, che arrivano da tre vittorie ed un pareggio, vanno a caccia di punti in casa di una Roma falcidiata dagli infortuni e reduce all’impegno europeo contro il Wolfsberger di giovedì. Di seguito la conferenza stampa integrale del tecnico isolano.

ROMA-CAGLIARI, DIRETTA TV E STREAMING: DOVE VEDERLA

Roma-Cagliari, la vigilia di Maran

Il tecnico rossoblu parte subito dal grande ex, che sarà in campo da titolare: «Nainggolan giocherà dal primo minuto, vedremo in quale posizione. Abbiamo provato diverse soluzioni tattiche, come ogni settimana. Tendenzialmente preferisco avere due giocatori in attacco, poi la dinamica delle partite spesso cambia le cose. Dobbiamo mantenere la nostra identità, la crescita passa anche da questo. Rispetto a inizio stagione vedo più compattezza di squadra, c’è equilibrio nelle due fasi. Ora bisogna crescere quanto a continuità nella metà campo avversaria. Quando l’avversario è sempre dietro la linea della palla fai fatica a trovare spazi, è naturale che quando affronti una squadra propositiva ti trovi maggiori spazi a disposizione. Contro il Verona c’è stato un calo di energie nel secondo tempo, ma si tratta di un episodio perché nel complesso siamo in crescita».

LA ROMA – «La Roma è una delle squadre più forti della Serie A, ha un attaccante che fa reparto da solo e ali molto efficaci. Dzeko ha tecnica e struttura, è uno degli attaccanti più temibili del campionato: dovremo cercare di limitarlo. Dobbiamo essere bravi a limitarli e a sviluppare la nostra manovra. Non credo che i giallorossi paghino l’impegno in Europa League, c’è stato molto turnover. Veretout e Pastore hanno caratteristiche diverse, ma il sistema di gioco di Fonseca è chiaro e lo conosciamo. Roma debole in difesa? Non credo, rispetto a qualche settimana fa Fonseca ha anche trovato maggior equilibrio fra i reparti. La gara dell’anno scorso a Roma fu molto brutta, ci rilassammo dopo la salvezza virtuale. Oggi è tutto diverso, questa squadra sta dimostrando di avere un buon piglio e di saper stare in campo contro ogni avversario».

LA SQUADRA – «Abbiamo avuto una settimana lunga ma con qualche piccolo inconveniente di cui tenere conto. I tre ex Roma (Olsen, Nainggolan e Pellegrini, ndr)? Si sono allenati bene e con impegno, se poi abbiano qualcosa in più dovete chiederlo a loro. Castro è un giocatore importante, ma nessuno è imprescindibile. Ha una condizione che ancora gli fa perdere qualche allenamento, ma sta bene ed è in crescita. Domani avremo cinque assenze (qui i convocati), una rosa è costruita anche per far fronte a queste cose».

Dichiarazioni raccolte dal nostro inviato Sergio Cadeddu