Maran: «Il pari brucia, meritavamo la vittoria» – VIDEO

Cagliari-Parma 2-2, il commento di Rolando Maran al termine della gara in sala stampa

Terzo pareggio consecutivo per il Cagliari, ma questo contro il Parma (2-2) alla Sardegna Arena sa di beffa. Al termine della partita, Rolando Maran ha commentato così la prestazione dei rossoblù in sala stampa e poi ai nostri microfoni.

LE DICHIARAZIONI«Il pari brucia molto. Era una gara che meritavamo di portare a casa, guardando anche i numeri. Abbiamo avuto più del doppio delle occasioni. Tutto vanificato da un gol all’ultimo minuto nato da un’azione in cui stavamo per fare il 3-1 con Nandez. Eravamo piazzati, ma c’è stata qualche sbavatura. Abbiamo creato tanto durante la gara, rispondendo anche agli episodi negativi. Per riuscire a portare il massimo dobbiamo fare più degli altri. Sul mercato risponde il direttore. Io devo lavorare su questa squadra e migliorare i difetti, questo è il mio ruolo. Dobbiamo fare in modo che il dato sui gol subiti cambi. Al di là del mercato. Siamo stati superiori per tiri porta e possesso, abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Per gli altri però in questo momento è più facile segnarci. Questa mole che abbiamo messo in campo non viene gratificata come dovrebbe. Non parlo di sfortuna, dico sempre che dobbiamo migliorare. Dall’inizio alla fine abbiamo cercato la rete. Alla lunga credo che questo paghi, anche se ora stiamo soffrendo. Non credo che il Parma ci abbia schiacciato. Grazie alla loro struttura fisica cercavano i lanci in area e andavamo sulla seconda palla. Nella loro fisicità non abbiamo mai rischiato nulla. Nel finale c’era Pisacane dolorante, ho preferito aspettare e non fare il cambio poi nel recupero per non regalare 30 secondi in più. Anche Cigarini l’ho tolto dopo il giallo per evitare di finire in dieci. Pereiro? I volti nuovi possono dare serenità nel fare delle cose. Ha caratteristiche importanti, ma viene da un campionato diverso al contrario di Paloschi. Deve lavorare, ma può darci una grossa mano. Sta al suo entusiasmo e avrà lo spazio per incidere. Abbiamo perso qualche pallone di troppo in uscita, è vero, oggi abbiamo sbagliato più del solito. Loro erano bravi e ci toglievano le linee di passaggio. Se noi riuscivamo a salire più puliti potevamo fargli ancora più male».