LIVE – Rastelli: «Domani giocherà Rafael. La Nord vuota? Dispiace»

rastelli
© foto cagliarinews24.com

Il tecnico ha parlato in conferenza stampa alle 17:30. Rossoblù focalizzati su Cagliari-Genoa, primo impegno del girone di ritorno

Concluso il girone d’andata, il Cagliari prepara ora la seconda parte del campionato. Domani i rossoblù di Massimo Rastelli ospiteranno il Genoa al Sant’Elia. Finora entrambe le formazioni hanno raccolto 23 punti, bottino che garantisce un buon margine sulla zona calda della classifica. Ad agosto fu il Grifone a spuntarla a Marassi: Borriello illuse i rossoblù, poi però Ntcham, Laxalt e Rigoni consegnarono i primi tre punti della stagione a Juric. Questa mattina il tecnico croato ha analizzato le chiavi tattiche della partita di domani, alle 17:30 ha parlato invece il collega sardo. Presente ad Assemini insieme a mister Rastelli anche Nicola Legrottaglie, da pochi giorni nuovo vice-allenatore del Cagliari. Rastelli ha subito presentato il 40enne pugliese: «Vi presento Nicola Legrottaglie, nuovo vice allenatore. Ringrazio la società che mi ha permesso di ampliare lo staff. È la figura più adatta per darci una mano. È stata una mia esigenza per migliorare il mio staff, per curare ancora meglio tutti i particolari che in questi sei mesi mi hanno fatto prendere questa decisione che la società ha avallato. Io sono proiettato completamente sull’obiettivo stagionale, per dimostrare che posso stare in questa categoria. Poter curare ancora meglio tutti gli aspetti ci può consentire di fare un girone di ritorno anche migliore dell’andata. Con Legrottaglie c’è un rapporto di stima molto forte, quando ho preso questa decisione ho pensato subito a lui».

legrottaglie-rastelli-gennaio-2017
Nicola Legrottaglie e Massimo Rastelli in conferenza stampa

IL RUOLO DI LEGROTTAGLIE – «Legrottaglie – continua Rastelli – verrà in panchina con me, Rossi resta nello staff e verrà nella panchina aggiuntiva. Rossi ha scalato le categorie con me, è una persona seria e non ci sono mai stati problemi. Nicola cercherà di intervenire sulla base delle mie direttive. Ha qualità tecniche e umane, cercherà di darmi una mano a 360 gradi».

VERSO CAGLIARI-GENOA – Si passa poi alla partita di domani coi rossoblù liguri. «In settimana purtroppo abbiamo perso Padoin, poi ci manca Bruno Alves: gli altri, Ionita a parte, sono a disposizione compreso Gabriel. All’andata abbiamo tenuto molto bene il campo con grande solidità, potevamo chiudere la gara e poi su quella ripartenza è maturato il ribaltone. Potevamo fare tre punti. Sappiamo di affrontare un Genoa con un’identità forte, che ha corsa ma anche tecnica importante. Il Genoa va affrontato con attenzione, è una squadra che gioca molto in ampiezza e attacca in massa. Cerchiamo di mantenere l’identità ma con qualche piccolo accorgimento per controbattere colpo su colpo e fare la nostra partita».

ATTEGGIAMENTO E MODULO – «A Milano abbiamo inaugurato una nuova fase, con un atteggiamento leggermente diverso rispetto al passato. Abbiamo avuto buona compattezza e la squadra ha risposto perfettamente. Un punto avrebbe fatto morale, ma la sconfitta non ha pesato. Il 4-4-2? Dipende dalla partita, ci dà copertura e ampiezza quindi contro alcune squadre dobbiamo essere pronti a cambiare pelle».

RAFAEL CONFERMATO IN PORTA – «In porta giocherà Rafael, credo che sia giusto. Gabriel è arrivato da poco, avrà tempo per ambientarsi completamente e poi deciderà il campo. Le aspettative di Gabriel sono quelle di poter giocare più possibile, dobbiamo dargli il tempo di acclimatarsi nello spogliatoio e poi potrà farsi valere. Murru e Joao Pedro sono in uno stato di forma accettabile, sono stati assenti per due mesi e mezzo. Durante la sosta hanno aumentato i carichi. L’assenza di Bruno Alves? Ho alternato in settimana entrambi i possibili sostituti, sto valutando anche in base all’avversario. L’assenza è importante per quello che Bruno ha dato in questi mesi come carisma e qualità. Siamo curiosi di valutare il reparto alla luce della sua mancanza».

CURVA NORD VUOTA – «Dispiace tantissimo giocare con la curva vuota, il Sant’Elia è sempre stato il nostro fortino grazie al pubblico. Ci sarà un’atmosfera particolare, il calcio è bello anche per la spinta dei tifosi. Faccio appello a tutti i tifosi degli altri settori, mi dicono di una prevendita un po’ fiacca e invece sarebbe fondamentale avere l’appoggio degli altri tre settori pieni».

RUOLO ISLA – «Isla ha grande duttilità, in nazionale gioca da terzino ma in Italia ha fatto tante volte l’interno di centrocampo o come una settimana fa con compiti anche più offensivi. Soprattutto nel secondo tempo a Milano ha giocato moto molto bene. È importante per noi e credo debba ancora dimostrare tutte le sue qualità. Ora lo vedo più dentro il nostro progetto».

BORRIELLO C’È – Chiusura dedicata all’ex genoao Borriello. «Borriello ha avuto quei problemi alla caviglia, ma a Milano è entrato molto bene. È completamente recuperato e ha grandi chance di partire titolare».

Dichiarazioni raccolte dal nostro inviato Sergio Cadeddu

Articolo precedente
CataldiGenoa, i convocati per Cagliari: ci sono Cataldi e Taarabt
Prossimo articolo
padoinCagliari-Genoa, i convocati di Rastelli: assente Padoin