Juventus-Cagliari 3-1, pagelle e tabellino

© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Cagliari, 11ª giornata Serie A 2018/2019: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Il Cagliari si piega di fronte ad una Juventus manifestamente superiore. Allo Stadium finisce 3-1 per i bianconeri dell’ex Allegri, ma i rossoblù tornano in Sardegna dopo una prova di valore. Dopo il gol a freddo subito dopo appena 42” da Dybala, il Cagliari si è riorganizzato ed ha iniziato a macinare gioco trovando il pareggio al 36′ con Joao Pedro. Neanche il tempo di festeggiare: al 38′ Bradaric, nel tentativo di chiudere su un cross, beffa Cragno e riporta la Juventus in vantaggio. Nella ripresa i sardi evitano di sbilanciarsi e di mostrare il fianco a Ronaldo e compagni, che sfiorano il gol in più di un’occasione nella parte finale di gara. Gol che arriva a pochi minuti dalla fine con Cuadrado. Pochi secondi prima i sardi erano andati ad un passo dal pareggio.

Juventus-Cagliari, tabellino e pagelle

MARCATORI: 1′ Dybala, 37′ Joao Pedro, 39′ Bradaric (aut.), 87′ Cuadrado

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny 6; Cancelo 6, Bonucci 6, Benatia 7, De Sciglio 6; Matuidi 6 (dall’83’ Barzagli s.v.), Pjanic 6 (70′ A. Sandro s.v.), Bentancur 6.5; Costa 6 (dal 46′ Cuadrado 6.5), Ronaldo 6, Dybala 7.
A disposizione: Pinsoglio, Perin, Chiellini, Khedira, Alex Sandro, Barzagli, Kean, Rugani, Spinazzola.
Allenatore: Massimiliano Allegri 6.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno 5.5; Srna 6.5, Ceppitelli 5.5, Pisacane 6.5, Padoin 6.5 (dall’80’ Sau s.v.); Ionita 6 (dal 67′ Faragò 6), Bradaric 5 (dal 57′ Cigarini 5.5), Barella 6; Castro 5.5; Joao Pedro 6.5, Pavoletti 6.
A disposizione: Aresti, Rafael, Andreolli, Pajac, Romagna, Dessena, Cerri.
Allenatore: Rolando Maran 7.

ARBITRO: Mariani di Aprilia

NOTE: ammoniti Bradaric (C), Pavoletti (C), Pisacane (C), Matuidi (J)

Juventus-Cagliari, diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Ritmi bassi in avvio di ripresa, il Cagliari evita il pressing a tutto campo ed in generale prova a non sbilanciarsi particolarmente in attesa di un episodio favorevole. La Juventus mette in fila occasioni negli ultimissimi minuti del match, ma la difesa rossoblù riesce a salvarsi. All’86’ la miglior occasione da rete per i sardi: prima Pavoletti e poi Joao Pedro hanno due potenziali occasioni da gol nel giro di pochissimi secondi. Sul rovesciamento di fronte la Juventus non perdona e sfrutta lo sbilanciamento dei sardi: Ronaldo serve Cuadrado, che batte Cragno e chiude il match. Nel complesso una buona prova della squadra di Maran, che ha mostrato organizzazione e buon palleggio ma si è dovuta arrendere allo strapotere dei bianconeri di Allegri.

90′ – Tre i minuti di recupero

87′ – GOL DELLA JUVE: i bianconeri ripartono a tutta velocità dopo un angolo a favore dei sardi, Ronaldo sfrutta il 2 vs 1 a favore servendo Cuadrado, che batte Cragno e chiude virtualmente il match

86′ – OCCASIONE CAGLIARI! Prima Pavoletti e poi Joao Pedro in area hanno sui piedi il pallone del possibile pareggio, ma la Juventus si salva in corner

85′ – Ora il Cagliari sbanda, si sono perse le distanze tra i reparti

84′ – OCCASIONE JUVENTUS: Bentancur calcia da pochi passi ma spara alto

83′ – Palla persa ingenuamente nei pressi dell’area da Cigarini, Cuadrado serve Ronaldo in area: il tiro ravvicinato del portoghese è deviato da Pisacane

83′ – Ultimo cambio Juventus: esce Matuidi per Barzagli

82′ – Barella al volo dalla distanza, tanto coraggio ma la palla finisce alta

80′ – Ultimo cambio nel Cagliari: esce Padoin per Sau. Applausi dello Stadium per l’ex bianconero

79′ – Dybala cerca Ronaldo sul secondo palo, Srna chiude bene la diagonale ma il numero 7 era in fuorigioco

76′ –  Pavoletti buttato giù fallosamente da Matuidi, giallo per il bianconero

74′ – Partita dai ritmi bassi, il Cagliari non riesce a velocizzare la trama. Serve un episodio ai rossoblù per riprendere fiducia

73′ – Va il portoghese, palla sulla barriera

71′ – Fallo di Srna sul neo entrato Alex Sandro: punizione dai 20-22 metri per la Juventus. Ronaldo sul pallone

70′ – Cambia anche Allegri: dentro Alex Sandro per Pjanic

69′ – Cross verso l’area di Cigarini, la difesa allontana. Sul prosieguo dell’azione Srna cerca Pavoletti sul palo lontano, Szczesny esce bene prendendosi gli applausi dello stadio

67′ – Secondo cambio di Maran: esce Ionita, autore di una buona prestazione, ed entra Faragò

65′ – La Juventus gestisce, il Cagliari sembra in riserva di energie

62′ –  Giallo per Pisacane, entrata in modo scomposto su Bentancur

60′ – Cuadrado al cross, Cragno anticipa Ronaldo

57′ – Prima sostituzione nel Cagliari: esce Bradaric, entra Cigarini

56′ – Occasione per Ronaldo, che a tu per tu con Cragno perde la sfida. Ma era in offside

55′ – Ritmi molto bassi adesso: il Cagliari evita di pressare alto oltre la propria metà campo, la Juve amministra

54′ – Srna al cross basso per Pavoletti, velo del 30 e palla a Joao Pedro che tenta di proteggere la sfera ma la perde. Ripartenza Juve

49′ – Giallo per Pavoletti

48′ – Buona personalità dei rossoblù nei primissimi minuti di tempo

46′ – Inizia la ripresa, prima palla al Cagliari

46′ – Cambio nella Juve: dentro Cuadrado per Douglas Costa

SINTESI PRIMO TEMPO – Pronti, via: dopo 42” la Juventus va avanti grazie a Dybala, abile a battere Cragno sul primo palo dopo una palla persa in transizione da Pisacane. La reazione del Cagliari arriva dopo qualche minuto, i sardi alzano il baricentro ed iniziano a produrre gioco: al 20′ Szczesny nega il gol a Pavoletti con un gran riflesso. Al 36′ i rossoblù trovano il pareggio con Joao Pedro, ma dopo appena due minuti la Juventus passa di nuovo per un autogol di Bradaric. Nel finale di frazione Mariani ha negato ai bianconeri un rigore all’apparenza netto (fallo di mano di Bradaric), negli ultimi minuti ancora padroni di casa vicini al gol con Ronaldo, palla che si stampa sul palo.

49′ – Si chiude con un cross di Castro bloccato da Szczesny il primo tempo di Juventus-Cagliari

48′ – OCCASIONE JUVE! Ronaldo ha troppo spazio in area e calcia, il palo salva Cragno

45′ – Ci saranno quattro minuti di recupero

43′ – Mariani al monitor del VAR per il tocco di mano di Bradaric di qualche minuto fa. Ma il direttore di gara non concede il penalty, che francamente sembrava netto

41′ – Juve ancora pericolosa, Cancelo crossa in mezzo e trova Ronaldo, la difesa risolve in qualche modo

39′ – JUVENTUS DI NUOVO AVANTI: Bardaric va in scivolata su un cross dalla sinistra e beffa Cragno

37′ – GOL DEL CAGLIARI! Joao Pedro raccoglie una palla alzata da un difensore della Juve e batte Szczesny sul suo palo

36′ – Juve pericolosa: Pjanic cerca la palombella verso il secondo palo, Cragno anticipa Benatia allontanando di pugno

35′ – Cross di Pjanic, pallone deviato da un rossoblù: sarà angolo dalla parte opposta

34′ – Si rivede la Juve in avanti: De Sciglio va al cross e trova un calcio d’angolo

31′ – Angolo dei sardi, la Juventus difende bene e riparte. Bradaric spende un fallo tattico fermando irregolarmente Bentancur. Giallo per il croato

28′ – Ora la Juventus prova a rallentare i ritmi del match, accelerando con cambi di gioco o verticalizzazioni improvvise

25′ – Nulla di fatto sul corner, si ripartirà da un fallo laterale per la Juve

24′ – Altra palla recuperata dal Cagliari nella trequarti bianconera, Ionita va al tiro dalla lunga distanza. Deviazione e angolo

21′ – Dopo il gol a freddo, il Cagliari ha alzato il baricentro e trovato buone trame. Bella reazione dei ragazzi di Maran

19′ – OCCASIONE CAGLIARI! Pavoletti impatta in girata nel cuore dell’area piccola, Szczesny è miracoloso

18′ – Si ripartira da un fallo laterale in avanti per i rossoblù, nessun rigore

17′ – Benatia colpisce di testa in area, poi la palla forse carambola sul braccio. Joao Pedro si disinteressa dell’azione e va a chiedere un rigore. Mariani va al monitor del VAR

16′ – Prende coraggio il Cagliari, che ora riesce a far girare palla con una certa qualità

14′ – Troppe imprecisioni in fase d’uscita per il Cagliari, che non riesce a trovare continuità nel possesso

11′ – Botta dalla distanza di D. Costa, Cragno dice no con i pugni

10′ – Pressing altro del Cagliari, che si alza con i tre giocatori offensivi più una mezzala a turno

7′ – Bianconeri in vantaggio alla prima occasione, partita in salita la partita per i sardi. Ora la Juve attacca: cross di Ronaldo, Bradaric mette in angolo. Pjanic serve MAtuidi, il colpo di testa del francese finisce alto

3′ – Corner del Cagliari, la Juventus riparte con Costa: il suo cross è troppo alto per tutti

1′ – GOL DELLA JUVE: Bentancur raccoglie una palla persa in uscita da Pisacane e serve Dybala, che dopo due finte batte Cragno sul primo palo. Dopo una verifica del VAR la rete dell’argentino viene convalidata

1′ – Si parte, primo pallone alla Juventus

20:30 – Ronaldo premiato per i 400 gol con i club, tra pochi secondi Mariani fischierà l’inizio delle ostilità

20:25 – Spettacolo di luci all’Allianz Stadium, mentre lo speaker annuncia le formazioni

20:10 – Le squadre stanno ultimando il riscaldamento sul terreno di gioco, tra pochi minuti sarà Juventus-Cagliari. Segui il match dell’Allianz Stadium con la nostra cronaca con commento.

19:40 – Ecco le formazioni ufficiali: nella Juventus Benatia vince il ballottaggio con Rugani al centro della difesa, a centrocampo insieme a Pjanic e Matuidi c’è Bentancur. In avanti il tridente Douglas Costa-Ronaldo-Dybala. Dall’altra parte Maran conferma l’undici iniziale mandato in campo contro il Chievo, con Castro alle spalle di Joao Pedro e Pavoletti.

Juventus-Cagliari, formazioni ufficiali

nuovo logo juveJUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Benatia, De Sciglio; Matuidi, Pjanic, Bentancur; Costa, Ronaldo, Dybala.
Allenatore: Massimiliano Allegri.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Pisacane, Padoin; Ionita, Bradaric, Barella; Castro; Joao Pedro, Pavoletti.
Allenatore: Rolando Maran.

Juventus-Cagliari, la vigilia di Allegri e Maran

Allegri ha tenuto alta la concentrazione in vista del Cagliari. Fondamentale vincere contro i sardi per poi tuffarsi sul match di Champions League mercoledì contro lo United: «Chiedo ai ragazzi di vincere la partita. Non sarà semplice. Le partite vanno vinte sul campo, non possiamo permetterci di lasciare punti per strada. Il Cagliari è la squadra che in Italia corre più di tutti ed è molto veloce. Sono forti sulle palle aeree perché hanno Pavoletti. Noi vogliamo tornare a vincere in campionato nel nostro stadio, poi penseremo alla coppa».

Uno stralcio della conferenza stampa di Maran: «Noi dobbiamo cercare di arrivare là davanti con convinzione. Il Cagliari deve essere il CagliariAbbiamo preparato la partita con la giusta carica. Serve la prestazione perfetta e rendere meno perfetta quella altrui. Per sperare in un risultato positivo dobbiamo puntare alla prestazione. Abbiamo voglia di fermare la Juventus, la nostra gente ci crede e ci stimola. Dobbiamo portare questa cosa in campo con ferocia e sfacciataggine. Devi interpretare queste gare con coraggio, altrimenti diventano troppo difficili. Servono sacrificio, consapevolezza dei propri mezzi e quando avremo palla dovremo essere noi a mettere l’avversario in difficoltà».

Juventus-Cagliari, prepartita e probabili formazioni

Cagliari alla prova Juventus. Dopo aver superato in casa Bologna e Chievo e pareggiato al Franchi contro la Fiorentina, la formazione di Rolando Maran è alla ricerca del quarto risultato utile consecutivo. Domani i rossoblù dovranno fare i conti con la capolista del campionato di Serie A. Massimiliano Allegri conferma Szczesny in porta, ma deve fare a meno di capitan Chiellini in difesa. La linea arretrata sarà guidata da Bonucci, affiancato da uno tra Benatia e Rugani. Sulle fascia destra spazio a Cancelo, a sinistra invece ballottaggio aperto tra De Sciglio e Alex Sandro. A centrocampo sono sicuri del posto Matuidi Pjanic. Al loro fianco dovrebbe spuntarla l’uruguaiano Bentancur. Davanti Allegri non rinuncerà a Cristiano Ronaldo. A supportare il portoghese saranno Douglas Costae uno tra Dybala e il recuperato Mandzukic.

Dall’altra parte Rolando Maran risponderà confermando l’undici iniziale che domenica scorsa ha avuto superato il Chievo Verona. In porta è pronto Alessio Cragno. Difesa a quattro con SrnaPisacaneCeppitelli e Padoin. Regia affidata ancora al croato Bradaric, spalleggiato da Ionita e Barella. Sulla trequarti ecco Lucas CastroEl Pata agirà alle spalle delle punte Joao Pedro e Pavoletti.


nuovo logo juveJUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Benatia, De Sciglio; Matuidi, Pjanic, Bentancur; Costa, Ronaldo, Dybala.
Allenatore: Massimiliano Allegri.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Pisacane, Padoin; Ionita, Bradaric, Barella; Castro; Joao Pedro, Pavoletti.
Allenatore: Rolando Maran.

Juventus-Cagliari, i precedenti del match

Maran chiede ai suoi ferocia e sfacciataggine, questa la strada tracciata dal tecnico trentino per provare a fare risultato all’Allianz Stadium. Juventus-Cagliari sarà un po’ un Davide contro Golia, lo dimostrano i 37 precedenti che testimoniano lo strapotere casalingo dei bianconeri sulla formazione sarda: 21 le sfide vinte dai piemontesi, 14 i pareggi e appena le sconfitte. Il primo incrocio risale al ’64, quando i rossoblù neopromossi in Serie A fermarono sullo 0-0 la Juve di Sivori. Il primo successo cagliaritano è l’1-2 del novembre ’68. In quell’occasione Riva e compagni vinsero in rimonta. Rombo di Tuono rispose al vantaggio firmato da Haller, poi Boninsegna chiuse la pratica regalando i due punti alla formazione allenata da Scopigno.

È entrato nella storia il 2-2 del marzo 1970. Niccolai aprì le danze superando con un’autorete l’amico Albertosi. A riportare l’incontro in equilibrio, a pochi secondi dall’intervallo, ci pensò poi il solito Riva. Nella ripresa l’arbitro Lo Bello concesse un discusso rigore alla Juventus. Albertosi ipnotizzò Haller, ma il direttore di gara fece ripetere. Il tedesco lasciò allora l’onere di calciare il penalty ad Anastasi, che dagli undici metri portò nuovamente avanti i padroni di casa. Nel finale Lo Bello fischiò un altro rigore, stavolta a favore del Cagliari. Riva si presentò sul dischetto e superò Anzolin. I sardi conquistarono così un prezioso punto, mantenendo due lunghezze di vantaggio sui bianconeri a poche giornate dal termine del campionato 1969-70.

L’ultimo successo del Cagliari sul campo della Juventus è il 2-3 del 31 gennaio 2009. I rossoblù di Allegri si portarono avanti al 16′: autore del gol un protagonista inaspettato, il centrocampista Davide Biondini (per lui 176 presenze e 7 reti in rossoblù). Poco dopo la mezz’ora i padroni di casa ribaltarono il parziale in pochi minuti. Al 31′ arrivò il pareggio di Sissoko, seguito al 38′ dal 2-1 firmato da Nedved. Gli ospiti rientrarono in partita al 54′ con JedaMatri completò poi la rimonta cagliaritana al 78′. Da quando la Vecchia Signora si è trasferita allo Stadium sono arrivati 3 pareggi – gli 1-1 del 2012, del 2013 e del 2015 – e 3 sconfitte. Juventus-Cagliari del settembre 2016 è terminata 4-0, l’ultimo precedente – quello del 19 agosto 2017 – ha invece visto i bianconeri imporsi 3-0. In quell’occasione Mandzukic superò Cragno già al 12′ del primo tempo. Al 39′ l’arbitro Maresca concesse ai sardi il primo rigore della storia della Serie A con l’ausilio della tecnologia VarFarias però non riuscì a battere Buffon dagli undici metri. Cagliari sciupone, immediatamente punito in contropiede sul finire della prima frazione di gioco dall’argentino Dybala. Al 66′ si iscrisse al registro dei marcatori anche Higuain, che chiuse così la pratica cagliaritana.

Juventus-Cagliari, l’arbitro del match

Sarà il signor Maurizio Mariani della sezione arbitrale di Aprilia a dirigere il match dell’Allianz Stadium. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Fiorito e Galetto, mentre quarto ufficiale dell’incontro sarà Marinelli. In qualità di addetti Var e Avar sono stati designati rispettivamente Massa e Posado.

I bianconeri vantano un percorso netto nel computo degli incroci con l’arbitro laziale: in sette incontri della Juventus diretti da Mariani sono arrivate altrettante vittorie per la squadra piemontese. Quasi all’opposto il ruolino del Cagliari quando ha avuto come direttore di gara il fischietto di Aprilia. Sono cinque i precedenti, con quattro sconfitte per i rossoblù e una sola vittoria, arrivata nell’ultimo incrocio in ordine di tempo. I rovesci riguardano sfide contro AtalantaChievoTorino e proprio Juventus: la sconfitta con i bianconeri è quella del 2016/2017 allo Stadium, quando i bianconeri si imposero per 4-0. Anche l’unica vittoria è relativa a due stagioni fa: si tratta del 3-2 ai danni dell’Empoli firmato da una rete di Sau e una doppietta di Farias.

Juventus-Cagliari, diretta tv e streaming: dove vederla

Juventus-Cagliari sarà uno dei tre match trasmessi in esclusiva da DAZN. Oltre che su pc, Juventus-Cagliari sarà visibile su tutti i dispositivi supportati dalla piattaforma di streaming online. Basterà scaricare l’app sui dispositivi mobili Amazon Fire Tablet, i telefoni e i tablet Android, gli iPhone e gli iPad. Per quanto riguarda i televisori, DAZN è disponibile su Android Tv, Apple Tv, LG Web Os Tv, Panasonic Smart Tv, Samsung Tizen Tv e Sony’s Android Tv. In alternativa è possibile utilizzare Amazon Fire Tv Stick e Google Chromecast, mentre per gli abbonati Sky l’app è disponibile su Sky Q Platinum e Sky Q Black. DAZN è disponibile anche sulle console di gioco PlayStation4, PlayStation4 Pro, Xbox One, Xbox One S e Xbox One X. Clicca qui per abbonarti gratis per un mese a DAZN.

 

Articolo precedente
Srna: «Dovremo aspettare il momento e sfruttare le occasioni»
Prossimo articolo
Juventus, Allegri: «Il Cagliari ha giocato una buona gara»